Ovvero: Pararsi un po' il cul* in questo pazzo pazzo mondo di carte filigranate, iperfinanza globalizzata e picco delle risorse

mercoledì 16 agosto 2017

VdE: Aumentano i casi di schiavitu’ in Europa - Telegraph: Meta’ dei musulmani e 3/4 delle musulmane in UK sono disoccupati

Piu’ leggo e cerco e studio piu’ tutta sta storia dei “rifugiati, profughi che scappano dalla guerra e dalla fame” puzza di marcio da far schifo, altro che "anime belle e progressiste contro il fascismo”. 

Voci dall’estero - La Grecia e l’Italia sono tra i paesi con più lavoro schiavile nell'UE 
La crisi dei migranti investe soprattutto i paesi lungo le frontiere esterne dell’Unione Europea, che fungono da punto di accesso per essa: Italia, Grecia, Romania, Bulgaria e Cipro – l’Italia da sola nel 2017 ha intercettato l’80% degli oltre 100 mila arrivi. Niente affatto sorprendentemente, questi sono gli stessi paesi membri UE in cui il numero di eventi collegati a schiavitù e traffico di esseri umani è aumentato vertiginosamente nell’ultimo anno. Ma la crescita di questi fenomeni ha interessato quasi tutti gli altri paesi membri, in quella che sembra una risposta molto fosca alla domanda: cosa facciamo di tutti questi immigrati?

Gia’, cosa ci facciamo con sti migranti? Li mettiamo a fare gli schiavi. Cosi’ massacriamo ancora un po’ e meglio i mercati del lavoro europei, i diritti dei lavoratori cosi’ faticosamente raggiunti con decenni di lotte ... e poi li possiamo anche usare per portare definitivamente, piu’ velocemente al collasso i sistemi di protezione sociale europei! :D

Da un lato schiavi .. e dall’altro paraculi (scusate il francesismo). Guarda qua e dimmi se non e' impressionate sto dato:

Telegraph - Britain's coping classes at breaking point 
(...) Unemployment among ethnic minorities costs the economy almost £8.6 billion a year in benefits and lost revenue from taxes. Half of Muslim men and three quarters of Muslim women are unemployed. (...) 
La disoccupazione fra le minoranze etniche costano all’economia 8,6 miliardi di sterline l’anno in benefit e mancate entrate contributarie.
Meta’ degli uomini musulmani e 3/4 delle donne musulmane sono disoccupati (!!!) [e quindi campano sul sistema di protezione sociale inglese, con assegni e benefit vari]

E anche altrove non dev’essere troppo diverso, pensa per esempio al bellissimo “L’Odio", un film di 20 anni fa almeno sulle banlieue parigine, dove i protagonisti erano degli sfigati disoccupati e - quindi - emarginati, in gran parte immigrati dall’Africa, dal Maghreb e dal sub-Sahara (forse il bianco, Vincent Cassel, ce l’hanno messo per farci immedesimare meglio anche noi, non so quanti bianchi veramente ci siano nelle gang delle banlieue. By the way, i casi della vita, anche qui il regista e’ ebreo) ... 


E niente, da qualunque lato la guardi sta storia delle migrazioni mi pare che non somigli per un cazzo a come ce la raccontano i nostri merDia e poteri costituiti.

“Ci pagheranno le pensioni” .. si, con schiavi a 300-400 euro al mese, magari in nero, e immigrati depressi e rancorosi che campano sui sistemi di protezione sociale europei gia' al collasso. Ma complimenti al regista.


2 commenti:

  1. All'epoca venivano chiamati extracomunitari, termine obsoleto ormai caduto in disuso.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. e certo, termine offensivo e che esprime una fottuta chiusura.. invece APERTI dobbiamo essere, APERTI (magari anche a 90 gradi ;D)

      Elimina