Ovvero: Pararsi un po' il cul* in questo pazzo pazzo mondo di carte filigranate, iperfinanza globalizzata e picco delle risorse

martedì 9 agosto 2016

Blondet: Voci dalle Centrali dell'Estinzione

Ora, se (come mi pare evidente che sia) questi al potere da noi (Piddins) sono tutti a lavorare per globalizzazione, TTIP, multinazionali e banche, compagnie petrolifere e multinazionali in generale ... com'e' che cacciano anche gente come Mercalli? 




Il Fatto - Rai, dopo la Fornario via anche Luca Mercalli: “Trattavamo argomenti scomodi per il governo Renzi”

Lo dico pensando ancora ad un post di Blondet di una settimana o due fa .. fammelo trovare ... 


Blondet & Friends - Qualche voce dalle centrali dell’Estinzione

Blondet e' di quelli che pajono convinti che le elite ci vogliano sterminare tutti perche' siamo troppi sul pianeta (e loro intrinsecamente cattivi, evil .. diabolici, satanici ;D) - cosa di cui sono convinto anch'io sin da quando ero ragazzino e scoprivo le tendenze demografiche dei tempi moderni. convinto che siamo troppi e finira' male intendo - e allora mettono nel piatto del potere anche chi parla di riscaldamento globale, di peak oil, ecc... come il Club di Roma, quello che pubblico' Limits to Growth ancora se non erro nei primi anni '70). Cita Blondet:


“Nella ricerca di un nuovo nemico comune che ci unisse, ci venne l’idea che poteva servire a tale compito l’ inquinamento, la minaccia del riscaldamento globale, la scarsità d’acqua, la carestia e simili ….Ma designando queste cose come il nemico, cadiamo nella trappola di scambiare i sintomi per le cause. Tutti questi pericoli sono causati dall’intervento umano […] Il vero nemico, quindi, è il genere umano in sé”. Alexander King e Bertrand Schneider, rispettivamente fondatore e segretario del Club di Roma (The First Global Revolution, 1991, pagine 104-105).

ma nel post che vi ho linkato ce ne sono per tutti i gusti: 

“Malthus è stato vendicato; la realtà finalmente conferma Malthus. Il Terzo Mondo è sovrappopolato, è un disastro economico, e non c’è nessuna possibilità che possano uscirne con una popolazione in così veloce crescita. La nostra filosofia è: tornare al villaggio”. Arne Schiotz, direttore del World Wildlife Found (WWF), 1984.
“Per stabilizzare la popolazione mondiale, dobbiamo eliminare 350 mila persone al giorno. E’ cosa orribile a dirsi, ma è altrettanto orribile non dirlo”. Jacques Cousteau, subacqueo e allora (1991) “ambasciatore” dell’UNESCO.
“Oggi, l’America sarebbe indignata se truppe ONU entrassero a Los Angeles per riportare l’ordine. Domani ne sarà grata! Questo è specialmente vero se viene loro detto che esiste un pericolo esterno, oscuro, reale oppure pubblicizzato, che minacciasse la nostra stessa esistenza. Allora tutti i popoli del mondo imploreranno che li si liberi da quel male. La sola cosa che l’uomo teme è l’ignoto. Quando gli sarà presentato questo scenario, rinuncerà volontariamente ai diritti per la garanzia del benessere che sarà donato loro dal Governo Mondiale”. Henry Kissinger alla conferenza Bilderberg di Evian, Francia, 1991. 
“Lo spopolamento deve essere avere la più alta priorità nella nostra politica estera verso il Terzo Mondo, perché l’economia Usa richiederà grandi e crescenti quantità di minerali dall’estero, specie dai paesi sottosviluppati. […] La popolazione mondiale deve essere ridotta del 50%”. Henry Kissinger. 
“Siamo sul limite di una trasformazione globale. Tutto ciò di cui abbiamo bisogno è la giusta ‘grande crisi’ e le nazioni accetteranno il Nuovo Ordine Mondiale”. David Rockefeller.

Eccetera. Leggile tutte da Blondet se ti va. 


Ci sono un pajo di cose che voglio dire:

1) Se sono decenni e decenni che le elite vogliono sterminarci tutti ... allora lavorano malino assai visto che ancor oggi ogni anno che passa (365 gg) ci sono dai 60 agli 80 milioni di persone in piu' sulla faccia della terra

2) Quindi questa gente, Blondet compreso, pensa che sarebbe davvero possibile continuare a crescere -  andate e moltiplicatevi - per sempre? (l'ha detto Dio!) Ma stiamo scherzando? In un sistema chiuso come quella grossa ma pur sempre isola che e' il nostro pianetino? Secondo loro un limite non si raggiungera' mai? 


Popolazione umana dall'alba dei tempi ad oggi. AD = Anno Domini

Eravamo 1 miliardo ai tempi di Napoleone, eravamo 1,65 miliardi nel 1900, eravamo 3,7 miliardi quando sono nato io e siamo 7,4 miliardi ora. No problem? Davero davero davero? Anzi, andate e moltiplicatevi? MAH!

Se/quando sara' finita l'energia a buon mercato (con tutti gli altri picchi che si portera' dietro, picco del rame, picco dei fosfati per l'agricoltura, picco dell'oro, dell'argento, del nickel, del dello zinco, dello stagno...) e l'umanita' dovra' ingranare la retromarcia ... sara' colpa del complottone delle elite? Mmmm... 

A me pare piuttosto pacifico che ad un certo punto - salvo miracoli tecnologici che pero' mi pare demente mettere nei conti finche' non ci sono - andremo a sbattere contro un muro, come umanita'. La gente non si rende mica conto di come senza petrolio sto eccezionale sviluppo dell'ultimo secolo non sarebbe stato cosi' eccezionale (en passant non si rende neanche conto che se non era per il maledetto, cattivo uomo bianco e la sua scienza e tecnica eravamo ancora tutti nel medioevo globale). Quindi sono supporto delle elite se lo penso? Ma per favore!

Piuttosto, pensate in che mondo viviamo: l'era della moneta debito, della riserva frazionaria, del debito in crescita esponenziale per pompare LA CRESCITA - il vero Dio della nostra epoca - e del debito che ora, pur continuando a crescere, produce sempre minore crescita ... il sistema e' MARCIO sin nelle sue premesse, ed e' il sistema che ha arricchito le elite, le banche, le multinazionali e i ricchi ... suggerisce niente questo, caro Blondet?  Io penso, mi pare abbastanza evidente, che le elite hanno pompato, semmai, la crescita come Mantra, il debito, il sogno/incubo della crescita infinita .. ben sapendo pero' - a differenza delle masse beone fra cui anche quelli che mi danno del malthusiano dimmerda, per esempio - che il castello di carte e' previsto in crollo sin dalla posa delle prime carte. Diciamo che immagino che abbiano previsto scialuppe di salvataggio per loro e pochi intimi e familiari .. ma, vedi la chiusura del programma di Mercalli, non vogliono che noi popolino bue ci pensi troppo. Al macello bendati per bene. 

Non so se mi spiego: il "nemico" non sono i vari Mercalli e Club di Roma e Bardi e Custeau. I nemici sono quelli che vi vogliono far credere che i suddetti sono quelli che vi vogliono morti. ... Il problema non sono quelli che vi parlano di decrescita (mettetevi pure il cuore in pace: infelice), ma quelli che vi pompano i sogni bambineschi di crescita infinita, che vi pompano che dovete essere ottimiiiiiisti, e cosi' via. 

Comunque sia poco cambia.  Chi vuol capire bene, gli altri che sognino pure, sai chemmefrega.  Chi ha capito pensi, se osa, a prepararsi, se stesso e la propria famiglia e figli e nipoti, gli altri.. beh che crepino loro, a seguire il pifferajo magico oltre il burrone. Se lo meritano, si meritano di crepare.  Mi dispiace solo che i consapevoli in buona parte non possono fare quasi niente, sul serio, per staccarsi dalla massa al galoppo che li trascina via con se. 


Nessun commento:

Posta un commento