Ovvero: Pararsi un po' il cul* in questo pazzo pazzo mondo di carte filigranate, iperfinanza globalizzata e picco delle risorse

venerdì 29 aprile 2016

Jesse: Silver is back on track. Let's get ready to rumble.


Pare che anche al Comex l'argento si stia muovendo, GS vende a JPM e lei al suo "compratore misterioso" (non e' dato sapere), come lo chiama Jesse:

(...) The May silver contract showed 3,915,000 ounces delivered on the first day for May at the price of 17.55. 
The big seller was the house account from the vampire squid, Goldman Sachs. And the biggest buyers were the tag team of the house account at JPM, and their mystery customer who keeps taking delivery after delivery of bullion. 
The next big contract month for gold is in June. Of course with the shift of trading from NY and London to Asia, one has to wonder how much that may really matter. 
Silver is back on track. Let's get ready to rumble.


Zibordi sui dati PIL USA del Sole24Ore

E per la serie "I grandi abbagli del Sole" ..


Zio Zib:


"economia USA +0,5% 1 trimestre" MA IN USA SONO DATI ANNUALIZZATI !!! => moltiplicano X 4 => 0,12% nel trimestre ! 
Possibile che non sappiano che i dati USA sono annualizzati per cui NON E' 0,5% MA 0,1% e rotti cioè quasi ZERO ?

Ma chi lo dirige il giornale? Il comandante Schettino?

AliExpress: Falsi tosti per tutti i gosti

Anvedi chebbello! (sarc)



Sto cinese ha di tutto (Falso) in vendita. Cheddire .. magari qualche falsa guinea d'oro si potrebbe prendere, per fare un falso tesoro per ladri gnurrrant ..


Armstrong: Metals & Stocks Still Not on the Same Page?

Googletradotto: 


Armstrong Economics - Metals & Stocks Still Not on the Same Page?  
DOMANDA: Al WEC lei ha detto che fino a quando i metalli e il mercato azionario sono silenziosamente combattono con eachother, allora il breakout non è ancora pronto. Presumo siamo di fronte a questo, probabilmente entro il primo trimestre del prossimo anno tutto è per questo che si sta tenendo il WEC dopo le elezioni. La mia ipotesi è corretta?  
RISPOSTA: Sì. I metalli hanno un certo margine di raggiungere quest'anno più ultima in alto in argento a 18,50 ha fatto è superiore tranquillo circa il 5% se ottengono i numeri di chiusura previsti sul blog privato. In oro ha fatto il numero per alta dello scorso anno è di $ 1307. Nel Dow fatto è 18351. Oro, argento e le scorte tutti radunati nel 1980 dalla recessione basso a metà degli anni 1970. È vero, il D0W è andato oltre nel l'anno seguente quando i metalli ha raggiunto un picco nel 1980. Tuttavia, essi non storicamente si muovono in trend totalmente opposto. 
L'oro ha fatto declino nel corso del 1920 ruggenti e ha fatto l'argento, che ha raggiunto con il boom delle materie prime in guerra I. World Gold cosa "denaro" in modo che agiva separata da materie prime. Esso è sceso ad acquistare valore nel 1929, è salito il valore fino al 1933. Questo è ciò che la deflazione che tutto e le critiche di Milton Friedman. C'era un enorme afflusso di oro verso gli Stati Uniti, ma il Tesoro non ha coniare esso. L'oro e il dollaro sono stati efficacemente uno e lo stesso monetariamente. Questo è il motivo per cui i rossi di cani di città hanno cominciato a stampare denaro conto proprio a causa vi era una carenza enorme di denaro contante come persone accaparramento e non spendere nonostante la factthat da una prospettiva d'oro afflusso, arrivare Cosa riserve auree in eccesso. 
Questo il motivo per cui hanno svalutato oro / dollaro per rivitalizzare l'economia gonfiando i prezzi ei salari. Alcuni sosterranno, dass die svalutato solo l'oro del dollaro e non. Ma l'oro che il denaro in modo che anche declinato in potere d'acquisto. E 'davvero la semantica come guardare una valuta contro il dollaro come l'euro o il dollaro 1,13 nei confronti della valuta come ,88 centesimi. Sono entrambi la stessa è solo che si sta creazione di grafici uno o l'altro. 
Quando tutto si allinea come ha fatto nel 1970, poi si vedrà scorte e metalli raduno in armonia contro il debito pubblico. Abbiamo bisogno di superare l'anno di elevato carico di tutti e tre i mercati tesi a segnalare il breakout. Per quanto riguarda il movimento immediato, ha è discusso all'interno. 
NIENTE sembra pronto a ROCK-ROLL fino a maggio [grazie, e' dopodomani! :D Er]

Non parla piu' di minimi prossimi venturi ma di livelli sa superare (i massimi dell'anno scorso) per poter dire che c'e stato un breakout (e grazie al cazzo nun c'o mettemo?). Comunque, insomma, pare dire di tenere d'occhio 18,50 per l'argento, 1307 per l'oro e 18351 per il DOW. Il resto e' un discorso sostanzialmente per spernacchiare quelli che da secoli parlano di oro in salita quando i mercati azionari crolleranno. No, per Armstrong saliranno assieme e/quando a crollare saranno i bond statali (solo statali, Martin?)

Jesse: The Next Battleground for Gold Will Be At 1550 If the Cup and Handle Formation Completes


Mannaggia! E io che speravo che ricrollassero almeno un po' i metalli preziosi (per fare compere di metallo fisico e di azioni di miners). Invece QUA Jesse dice che se si completara' finalmente la sua tazzulella il campo di battaglia si spostera' sui 1550 usd/oz. Sigh! Sob!

giovedì 28 aprile 2016

Kolanovic: This can eventually result in the devaluation of all currencies against real assets such as gold, high inflation or even outright defaults


Kolanovich (via JPM, via ZH) - Why Is JPM's "Quant Guru" Suddenly Worried About The "Endgame"

(...) However, fiscal measures also bring an increased level of government debt and increased market and credit risk of owning government bonds. These risks are in addition to current low yields and a less favorable correlation of bonds to risky assets. The unfavorable risk-reward of government bonds near the point of zero yields will likely prevent asset managers from increasing holdings of government bonds. If there are no private buyers, governments can still place their bonds with central banks. This trend is of course already in place – for instance, the Fed’s holdings of US Treasuries increased from ~18% in 2008 to ~34% today.

Increased government spending, financed by central banks could indeed create inflation, but will further elevate the problem of debt viability. If investors lose confidence that the debt can ever be repaid, they will reduce their holdings, increasing the cost to governments or inviting more central bank buying. This can eventually result in the devaluation of all currencies against real assets such as gold, high inflation or even outright defaults (as was the case in Greece). If such a trend develops in one of the large economies, it could have far-reaching consequences. 
Once fiscal measures replace monetary measures, we think investors will increasingly focus on the dynamics of government debt and currency valuations, particularly in Japan and the US. 
How can an investor hedge against the risk of these potential developments? One can reduce allocation to bonds and increase allocation to real assets and equity sectors related to real assets. Investors can also move away from bonds that are not backed by reserve assets such as currency reserves or gold. The ability of a government to pay back debt and at the same time as maintaining the value of the currency should be measured by hard assets for which transfer to bondholders is politically viable. For example, during the Greek crisis, the option of selling islands owned by the government was off limits. On the other hand, governments can easily part with assets with no national or cultural attachments such as FX reserves or gold, as was recently the case with Ukraine and Venezuela. (...) 


Sprott Money - L'argento che riprende un po' del terreno perso rispetto all'oro


Sprott Money - Gold and Silver Update 
(...) It doesn’t look like much on the five-year chart, but silver seems to have carved out a bottom. It is up 21% this year, making it the best-performing metal.

And silver has more ground to regain. Gold may have lost 45% in the bear market, but silver lost more than 70%.

The fact that silver is moving now matters. Silver never moves lock step with gold. When uncertainty prompts investors to seek out safe havens, they look to gold long before silver because gold is a far more straightforward safe haven. Silver, by contrast, is also an industrial metal, which means demand waxes and wanes more with economic demand.

However, after some time silver’s safe haven status starts to catch up. And once it starts to look like a safe haven, it acts increasingly so. That process usually starts when gold is consolidating its first big move and preparing to take out its next resistance.

In other words: we’re seeing gold consolidate, which gives confidence in the new price range, and gold is trailing gold equities, which is precisely the pattern we see to start new bull markets. Silver’s recent move only confirms the pattern.

The fact that silver is moving now matters. Silver never moves lock step with gold. When uncertainty prompts investors to seek out safe havens, they look to gold long before silver because gold is a far more straightforward safe haven. Silver, by contrast, is also an industrial metal, which means demand waxes and wanes more with economic demand.

However, after some time silver’s safe haven status starts to catch up. And once it starts to look like a safe haven, it acts increasingly so. That process usually starts when gold is consolidating its first big move and preparing to take out its next resistance.

In other words: we’re seeing gold consolidate, which gives confidence in the new price range, and gold is trailing gold equities, which is precisely the pattern we see to start new bull markets. Silver’s recent move only confirms the pattern.

Explorers, miners, and resource investors have been waiting for this pattern to emerge for years. With evidence of a new bull market mounting, they are getting busy.

Here’s a good comparison: in the fourth quarter of last year, miners and explorers raised a measly $565 million. The average placement totaled just $3.3 million.

In the first quarter of this year, the sector has raised $3.5 billion and the average size rose to $23 million.
That’s a massive change. Granted, a few huge raises tipped the scale, including Franco Nevada’s $1 billion, Silver Wheaton’s $623 million, and Goldcorp’s $250 million. (...) 

L'ascesa della Mega Banche USA


Come, zitte zitte (chi ne sa niente? Specie da noi in Italia? Eppure queste sono probabilmente - e' segreto - la azioniste di maggioranza della Fed) le banche americane si sono ingigantite oltre ogni misura. Notare che i numeri sono in miliardi di dollari e che siccome gli inglesi usano la virgola al posto del punto e viceversa (in effetti ha piu' senso) quei numeri non sono degli 1 o 2 virgola ma dei 1000 o 2000. Miliardi. Quindi hanno asset per TRILIONI di dollari. Per paragone il nostro debitone pubblico vale meno di JP Morgan. 

Black: C'e' voluto un anno per concludere questo affare (ma ne valeva la pena)

Simon Black si e' comprato una ditta australiana pagandola a 1x del valore degli asset che ha e a 1x degli utili. Per dire, Netflix quota a 18x e 328x rispettivamente. Bolla nell'azionario USA? Naaa
Sovereign Man - It took me a year to close this deal (but it was worth it)  
(...) we paid less than 1x book value, and roughly 1x earnings, so I know there’s a big margin of safety, and that we’ll quickly recoup our investment. 
It’s difficult to find deals like this, and most of the time they’re only available with private companies. 
In public markets where large companies’ stocks trade, these valuation metrics are just insane. 
As I wrote yesterday, shares in Netflix sell for an absurd 18x book value, and 328x annual profits! (...) 

Ripensando all'Armstrong dell'altro giorno, Netflix si potra' considerare una blue chip?


TG Merdajoli e TTIP



Tampieri - TGShit24: "L'Europa beneficerebbe molto dall'accordo transatlantico". Detto con il bandierone orostellato dietro. Ormai è la loro svastica.

Tampieri - TG merdaiolo La7 riduce #TTIP a "trattato che rimuoverà le ultime barriere doganali e favorirà gli scambi commerciali". Au pair, s'intende.

Blondet & Friends - Persino Londra e' contro il TTIP. E noi invece obbediamo.
La buona notizia: subito dopo la visita di Obama che ha ordinato di non uscire dall’Europa, il numero degli inglesi che voteranno il Brexit è diventato maggioranza. E’ la prima volta, secondo i sondaggi. Ma non è tutto ‘merito’ del mezzo-kenyota (come l’ha chiamato il sindaco della capitale Boris Johnson). E’ che è ora pubblico il rapporto della London School  of Economics sugli effetti del TTIP, il trattato transatlantico. Lo studio l’aveva commissionato Cameron, sperando di trovarvi argomenti per la sua propaganda atlantista. Dopo averlo  letto, l’ha secretato. E’ stato costretto  a  rilasciarlo  in base al Freedom Of Information Act (un tipo di legge sulla libertà d’informazione che in Italia non esiste) su istanza giudiziaria di  Global Justice Now, un gruppo di cittadini attivi. 
La London School (LSE) è una storica università  imperiale, una delle centrali dell’ortodossia liberale, ovviamente pro-governativa,  mica un sito alternativo. Ebbene: la sua valutazione del TTIP è devastante. Per il Regno Unito, dice chiaro, l’introduzione del Trattato transatlantico “configura moltissimi rischi e quasi nessun beneficio”.
L’istituto – che è una voce autorevolissima – punta il dito specificamente sulle camere arbitrali, i tribunali (privati e segreti) istituiti dal Trattato, davanti a cui le multinazionali possono trascinare gli Stati, protestando che certe leggi ostacolano il suo business, e quindi la libera concorrenza. Fra gli esempi, il LSE ne ricorda alcuni: l’Australia querelata dalla Philip Morris per aver imposto per legge pacchetti anonimi; la Philip Morris che denuncia l’Uruguay per aver questo stato messo un annuncio del tipo “Il fumo danneggia la salute” sui pacchetti. Esempi più sinistri ancora: l’Argentina denunciata e condannata per avere bloccato i prezzi delle bollette elettriche, a protezione dei cittadini consumatori, durante il tragico collasso economico. La Veolia, la multinazionale francese che gestisce i servizi di acqua, energia e nettezza pubblica, la quale ha avuto lo stomaco di denunciare l’Egitto per aver introdotto il salario minimo, cosa che secondo la ditta la danneggia.

Non potrebbe essere più chiaro: non è capitalismo, è il ritorno alla legge della jungla.
(... continua, leggi tutto QUI).
---

mi sono visto or ora il TG di La7 in cui si parlava del Made in Italy e di come falsificano all'estero i prodotti dell'agroalimentare italiano. Parlavano di piu' di 30 mld di valore per l'export agroalimentare italiano ma di come nel mondo i finti prodotti italiani (solo cibo, pare) valgano sui 60 mld l'anno. Non hanno nominato il TTIP ma il messaggio mi pare chiaro, anche se un po' "subliminale". Dai che col TTIP saremo tutti piu' ricchi! ... almeno il sig. Barilla e i suoi dipendenti. Forse. Sempre che non aprano una bella fabbrica in USA o/e in India ecc.. In cambio .. leggere sopra il post di Blondet. Un affarone per il cittadino europeo. /sarc


mercoledì 27 aprile 2016

MarchEuro .. anzi, Markoiro


Perche' i tedeschi la vogliono tanto fare da padroni sulla BCE? Beh, ma perche' il Marco l'Euro e' LA LORO moneta, mi pare ovvio che vogliano decidere loro, noh? /sarc

Tampieri: Addaveni' Morgenthau


Repubblica - Weidmann: i Paesi con debito elevato minacciano l'Europa 
Nel suo discorso all'ambasciata tedesca a Roma, il presidente della Bundesbank ricorda il messaggio di Tomaso Padoa Schioppa ("l'unione monetaria non può tornare indietro"). Ma ammonisce Padoan: "Condividere i rischi non è un incentivo a rispettare le regole di bilancio". Serve comunque "una integrazione politica per rendere più robusta l'unione monetaria"

L'eroe di Rebuffo, Bassi e compagnia bella contro noi italiani merdosi?

Tampieri: TGLa7Watch. Mentana che definisce la Grecia "il paese più sfortunato" d'Europa. Sfortuna, si, direi che è proprio solo sfortuna.

Tampieri: Giornalisti pagati x fare propaganda pro U€. #macheddaverone

Il Fatto - Crisi Grecia, Atene: “Giornalisti agli ordini della troika per fare propaganda pro-Ue”


TampieriDieci greci per ogni diesel Volkswagen

Schaeuble says "nein" to #EU summit suggested by Tsipras - "when conditions are met" the Eurogroup will be convened | #Greece

Denuncia l'elusione fiscale in Lussemborgo e rischia 10 anni di galera e 1 milione e 250mila euro di multa. Junker intanto, ex premier lussemburghese dal 1995 al 2013, resta alla guida dell'Unione


Marco Valli tweet: Denuncia l'elusione fiscale in Lussemburgo e rischia condanne. Juncker la promuove per 18 anni e guida la CE #LuxLeaks

Sai cosa? E che .. ci vuole piu' Europa! /sarc

S24O: Banche, se il fondo Atlante non basta può intervenire lo Stato

Ohibo', il giornale delle multinazionali con sede originaria in Italia si butta a parlare di ... zio Zibsul Sole24 si spiega come l'unica soluzione sia tornare alle BANCHE DI INTERESSE NAZIONALE dell'IRI (come nel 1936)


Sole 24 Ore - Banche, se il fondo Atlante non basta può intervenire lo Stato


Cazzo! Ci mancavano anche quei comuniiiisti delle multinazionali a voler nazionalizzare la banche! Grrrr /sarc

Trump: "Non cederemo piu' questo paese o la sua gente al falso canto della globalizzazione, che ci lega e trascina giu' l'America".


CNN: Donald Trump's foreign policy: 'America first' 
"We will no longer surrender this country or its people to the false song of globalism," Trump said, explaining that he is skeptical of international agreements "that tie us up and bring America down."


Quand'e' che lo ammazzano? Ovviamente subito, anche alla CNN, si mettono a paventare peste, miseria e guerra:

Here's how Donald Trump could spark a trade war with Mexico and China

Come se la globalizzazione non fosse stata una guerra silenziosa contro le classi medie occidentali che avanza incontrastata e trionfante da 20 anni almeno. E delle Guerre Valutarie che vanno avanti da almeno una decade? Le hanno decantate come ora decantano ipotetiche Guerre Commerciali per colpa di Trump? 

Comunque il soggetto mi pare quantomeno naif quando parla di come gli alleati della NATO devono pagare di piu' .. per fare i comodi loro? Questo mi pare del classico cazzone americano che crede addirittura che gli USA sono decenni se non un secolo che vanno in giro a fare guerre per salvare il mondo .. robe da veri mentecatti, da ritardati mentali conclamati. E va beh. 

Intanto Zio Zib ci segnala un articolo sul NY Times in cui "Bellissimo pezzo del "dissidente" Finkelstein su Sanders, Goldman Sachs e la censura del NY Times



Sanders non si fa remore a citare in causa Goldman Sachs, a tirar fuori i nomi, come la famiglia Walton che da sola ha quanto il 40% di tutti gli americani piu' poveri (circa 130 milioni di persone!). 

Insomma, la rabbia sale ... e grazie al cazzo, veramente, gia' e' abbastanza paranormale che le masse se le siano bevute tutte senza pensare per decenni, ora che si trovano col culo per terra c'e' da stupirsi chi si estremizzino, che siano incazzati, che "fiutino" che qualcuno li ha fottuti? Le risposte le hai qui, in queste elezioni USA: lo status quo del partito unico Democratici-Repubblicani e' messo in discussione e ci si butta chi a sinistra chi a destra. 

Zibordipersino il NY Times lo nota..."gli americani che hanno perso il lavoro perché è finito in Cina diventano estremisti"

Cohen - Americans who have lost jobs to overseas become more extreme politically: whites go right; blacks turn left.

Zibordi: ho vissuto in USA e li seguo più dell'Italia. La cosa più ridicola è pensare che siamo un paese + CORROTTO DEGLI USA



Daily Caller - EXCLUSIVE: Kerry, Heinz Family Have Millions Invested In Offshore Tax Havens


Con la globalizzazione un sacco di persone perdono il lavoro, la classi medie slittano verso la miseria .. i politici sono ormai senza vergogna, non avendo un paese da proteggere e servire si vendono anche piu' facilmente di prima al miglior offerente e se ne sbattono .. non potra' che finire bene.


Zibordi: Nel film The Big Short, il cattivo era uno di Goldman Sachs che cartolarizzava mutui a messicani. ORA LO RIFA! http://www.thedailybeast.com/articles/2016/04/26/the-guy-who-screwed-america-s-economy-hearts-hillary-clinton.html?via=mobile&source=twitter … E FINANZIA HILLARY

E la favola che ci hanno raccontato negli ultimi 8 anni? Che in USA con Obba' e la Fed hanno risollevato l'economia? 

Zibordi: Non è mica vero che in USA l'economia va meglio, per il 90% della popolaz il reddito è calato del -10% dal 2002


Oh? Sotto "quel comuniiiista" di Obba' i ricchi si sono arricchiti ancora di piu' e i poveri sono ancora piu' poveri .. che straaano ... mmmm ... chiamiamo l'ispettor Gadget ad indagare

Zibordi: il numero di americani che riceve un sussidio per comprare cibo è arrivato a 47 milioni (paghi con i coupon...)


Gente, se non si inquadrano prima i fatti reali c'e' poco da "ragionare" e discutere. E purtroppo se li vuoi sapere questi fatti reali non li impari certo dalle tv ne dal 95% degli articoli di giornali e settimanali.


Libero: Un Pulizter di Cartone


Dagospia (Libero) - UN PULITZER DI CARTONE – UNA FOTO SUL DRAMMA DELL’IMMIGRAZIONE VIENE PREMIATA DAL PRESTIGIOSO CONCORSO, POI UN VIDEO DIMOSTRA CHE E’ TUTTA UNA MESSINSCENA – TUTTI SANNO CHE LA FOTO E’ STATA TRAVISATA, MA I MEMBRI DEL PULITZER FANNO FINTA DI NIENTELo scandalo non è che il mondo intero abbia abboccato alla versione riveduta e corretta. Lo scandalo è che il Pulitzer - cioè il certificatore per antonomasia della qualità nell' informazione - abbia scientemente deciso di premiarla nonostante la conclamata falsità…
Le migrazioni a cui stiamo assistendo sono certamente una tragedia .. ma da questo a non voler vedere la colossale macchina mediatica a senso unico che e' stata messa ci vuole anche della malafede, mi pare. Come la storia tragica del bambino affogato e morto sulla spiaggia. Orrore, certo ... ma perche' non voler vedere che lo hanno spostato e messo in posa per "la foto del secolo"? Perche' non voler sapere che lo scafista che l'ha ammazzato era suo padre, come testimoniato da altri che si sono salvati? 

Repubblica - Migranti, sarcasmo del Sindacato di Polizia sui naufraghi: "Ci prendono per i fondelli"



Si puo' pensare quello che si vuole dell'immigrazione, che sia cosa buona e bella, che ci pagheranno le pensioni, che nascera' una felice convivenza con gente con tradizioni diverse, che ci arricchiremo .. secondo me tutte chimere, e pericolossissime, ma negare persino che ci sia un bombardamento mediatico da far schifo no! Ma dai!

Intanto sono masse di disperati che vagano a far nulla nella migliore delle ipotesi, paghiamo fior di quattrini per mantenerli in centri di accoglienza mentre magari la famiglia di italiani dietro l'angolo si suicida perche' non arriva a pagare il mutuo (nel silenzio generale) ..



La gran parte poi non sono in fuga da Guerre ma sono magari i figli maschi di 20 anni mandati a fare fortuna in Europa per rimettere il denaro alla famiglia in questo o quel paese africano ... non c'e' lavoro per i nostri, vogliamo veramente raccontarci che questi ci pagheranno le pensioni? Vogliamo scherzare? Tu che ti dici di sinistra, ma ti rendi minimamente conto che e' tutta manodopera a basso costo, che maciullera' quel che resta dei welfare europei se andiamo avanti cosi? Ti rendi conto che "si, poveretti, accogliamoli, sarebbe criminale non farlo", ma sono un pajo di miliardi i poveri disperati nel mondo e noi in Europa siamo mezzo miliardo? Perche' non mi pare che tu renda conto di quello che dici. Quindi cosa? I primi che arrivano bene e gli altri ciccia? Ti rendi conto che e' inevitabile che arrivi il momento in cui scattera' il basta generalizzato? Ti rendi conto che per farti bello e buono su facebook (tanto paga pantalone poi ad accoglierli), per sentirti degli erede del nonno partigiano (se mai) vai a creare una potentissima bomba che spingera', gia' spinge, vedi l'Austria l'altro giorno, l'Europa in braccio alle destre? Ti rendi conto che col tuo "buonismo" carichi una molla pericolosissima? Non mi pare. Di chi sara' la colpa se poi l'Europa svoltera' in forme di neonazismo? Ah, sei superiore, non ti tocca la cosa. Sei un pazzo, sei pericoloso, rendite conto. Mi dispiace ma non funziona cosi' il mondo. 

Macche'. Si incazzano se anche solo gli fai notare che i media sono monocordi a livelli da cinegiornale, di pravda, sbuffano, se ne vanno sdegnati e con aria di superiorita'. Tz. Questa sarebbe la "sinistra" italiana? Ma non sapete manco di cosa parlate. Vatti a comprar il bel librino moda all'ultimo grido da "intellettuale", vai. Continua a vivere nel mondo delle favole. Poi quando il risveglio arrivera' domandati di chi e' la colpa. E guarda altrove, non allo specchio, mi raccomando (ca va sans dire).

Armstrong: Sopravvivere alla transizione prossima ventura

Una mamma fa i complimenti ad Armstrong e gli chiede come puo' cercare di bypassare il macello futuro, la potenziale rottura dell'euro e il periodo di transizione che ci attende (secondo la visione di Armstrong) una famiglia della classe media, che non faccia trading e con figli che stanno studiando. 

Armstrong Economics - Surving the Coming Transition

Molto bella la lunga parte in cui Armstrong decanta gli studenti non apprezzati dai professori, i creativi e sovversivi contro i "bravi" ligi al dettato, da leggere ma lunghetta da tradurre ed e' gia' tardino. In buona sostanza mi pare che si possa riassumere con un "non stare a farti troppe seghe sui titoli di studio, se uno e' dotato fara' sempre qualcosa di buono, e decanta piuttosto il lavoro manuale ed un sano apprendistato artigianale. 

Arriviamo alla fine, la parte in cui parla di 

If you understand what is coming, common sense will lead you to the answer. 
You are better off with tangible assets for the transition when it comes. 
From a European perspective, you are better off in dollars for now. The euro only gets interesting above 116. 
So you always have to define where you are right and wrong. 
Some people are keeping money in PayPal where they are not charged negative interest rates to simply have money there and they do not have bad loans on their books.

Il buon senso puo' essere una buona guida ma in generale gli asset tangibili se la caveranno meglio, dice Martin. 

Se sei in Europa per ora il dollaro e' meglio, l'euro diventa interessante solo sopra 1,16. 

In questo ambiente di tassi negativi e pericoli bancari, bail-in e compagnia bella c'e' gente che addirittura tiene soldi in paypal, semplicemente perche' li non ci sono tassi, ne positivi .. ma neanche negativi!

In quest'alto post invece specifica meglio cosa intende per Asset Tangibili (e si vede che opn deve aver studiato latino): 

Tangible assets are non-debt related, fixed assets in general. 
This includes commodities, equities, and real estate. The commodities include non-perishable assets such as gold, silver, platinum, copper, etc. The agricultural commodities are not really sustainable on a long-term basis. The primary advantage to silver and gold is that they are the same commodity in different nations, whereas there are differences between Texas and Brent crude oil. Real estate varies depending upon location. 
You definitely have two problems. First, there is the risk of tax increases, and second, there is the geopolitical risk in some areas. 
Equities (shares in public corporations) serve well and blue chips have never defaulted. Even if a company goes bust, you get something back. When government debt goes bust, you get nothing.

Gli asset tangibili sono quelli che non hanno relazione col debito, gli asset "fissi" in generale. Questo include le commodities, l'azionario e l'immobiliare. [ecco, io l'azionario non l'avrei definito come bene tangibile, toccabile. Er]. Ovviamente le commodities in generale presentano pero' problemi, andrebbero bene anche mele e pere, peccato che marciscono. Il petrolio pure ha il problema che ne esistono diverse qualita' ed e' voluminoso e pericoloso da conservare .. l'immobiliare poi ha il problema di dove si trova, se in bolla o no, con che prospettive di prezzo e compagnia bella. Il meglio di tutto sono Oro e Argento perche' sono  gli stessi in tutto il mondo, poco volume, non deperibili (la definizione stessa di metalli "nobili" e' che non si mischiano, non si ossidano, non "arrugginiscono"). 

I problemi sono due: pericolo di aumento delle tasse e rischio geopolitico, in alcune aree. L'azionario, le blue chips, vanno bene, e non sono mai fallite. Anche se la multinazionale dovesse fallire qualcosina recuperi sempre. Quando invece a fallire sono gli stati non recuperi niente. 

BofA: Chi e' il compratore di tanto azionario delle compagnie petrolifere?


Il prezzo del petrolio, nonostante il non accordo a Doha qualche giorno fa per contenere le produzioni, continua a salicchiare, siamo ora "addirittura" intorno ai 45 dollari al barile. Pochi pero' sembrano ottimisti sulla tenuta del prezzo, per ora la sovrapproduzione continua, vuoi per cercare di mantenere quote di mercato da parte dei sauditi, vuoi per cercare di "spezzare le reni" a Russia e altri piccoli produttori, vuoi lo shale usa ... pero' l'azionario delle compagnie petrolifere pare che tenga abbastanza bene. Ma chi piffero e' che compra se l'outlook non e' cosi' roseo? Le banche centrali dici tu .. beh. si, visti gli effetti mirabolanti del QE di Draghi potrebbe anche essere, ma non ancora. Gli algoritmi che ormai governano buona parte del trading? Acqua. No, sono i fondi pensioni, scopre Bank of America: 

Zero Hedge - Who Is The Ravenous Buyer Of All Those Energy Stocks? Here Is The Surprising Answer
While one can blame algos and "macros" for snapping up oil the commodity, as Morgan Stanley did recently, another question is who is the relentless buyer of energy stocks to a level that makes little sense from a forward P/E multiple.

The answer may have been revealed earlier today in Bank of America's breakdown of what smart money investors were doing. While we already reported that for the 13th, record, consecutive week, hedge funds, institutions and private clients were unloading risk exposure, one other group of client were buying energy stocks in record amounts: Pensions.

Complimenti, dicono i Tylers, proprio loro che dovrebbero ragionare in maniera conservativa, mirare alla sicurezza, al medio-lungo periodo .. Soprattutto la cosa stona se, a sentire i Tylers, le quotazioni delle compagnie energetiche sono a dei livelli che avrebbero senso se il petrolio fosse a 80 dollari al barile, non a 40-50. 

Poi meravigliati che non avrai la pensione. 

Un po' d'oro fisico invece, no? No oro fisico? No argento fisico? Ahi, ahi, ahi.

Bernish: Trump ed Hillary non vogliono spiegare com'e' che hanno lo stesso indirizzo fiscale nel Delaware

Oooh, finalmente si e' trovato qualcosa che accomuna il plurimilionario Trump e la plurimilionaria Hillary Clinton: entrambi pagano le (poche) tasse nello stato del Delaware, altro paradisino fiscale embedded negli States, insieme al Neavada. Anzi, proprio la stessa residenza fiscale pare (?!), lo stesso edificio di mattoni a Wilmington, Delaware, 1209 North Orange Street, che se capisco bene e' l'indirizzo fiscale di 285.000 (!?!) aziende, altre ai due suddetti

Bernish (AntiMedia, via Zero Hedge) - Trump And Hillary Refuse To Explain Why They Both Share The Same Address In Delaware
As it turns out, Hillary Clinton and Donald Trump share something pertinent in common, after all — a tax haven cozily nested inside the United States
This brick-and-mortar, nondescript two-story building in Wilmington, Delaware would be awfully crowded if its registered occupants — 285,000 companies — actually resided there. 
What’s come to be known as the “Delaware loophole” — the unassuming building at 1209 North Orange Street — has become, as the Guardian described, “famous for helping tens of thousands of companies avoid hundreds of millions of dollars in tax.”

Pero' direi che la  cosa fa un po' piu' specie per Hillary, visto che si dipinge tanto come paladina dei poveri e delle minoranze


martedì 26 aprile 2016

Blondet: Grande innovazione del capitalismo avanzato: gli schiavi

Altro gran bel post di Blondet. Presente quelli che vi chiamano ad ora di cena per rompere le palle con l'offertona imperdibile per il telefono o michiate simili? Adesso poi manco piu' degli esseri umani chiamano, hanno preso a chiamare dei computer, delle voci registrate! La follia pura. Da qui inizia Blondet.

Blondet & Friends - Grande innovazione del capitalismo avanzato: gli schiavi 
(...) Anche questo è esaltato dalle business-school con termini seduttori: “lean management”, gestione leggera e flessibile, “offshoring”, ossia subappalto dei servizi d’assistenza alla clientela ad agenzie esterne piene di sottopagati, di “famelici”. Così la ditta risparmia “sui costi” come esige non solo la business school, ma persino il Fondo Monetario, la Banca Centrale Europea, Bruxelles e Berlino. 
Nella vecchia terminologia aveva un altro nome: “lavoro schiavistico”. Infatti l’economia dei call-centers presenta tutti gli inconvenienti, noti da secoli, del lavoro degli schiavi: scarsa qualità, meccanicità (e menefreghismo), assenza di lealtà verso il padrone, non volontà di risolvere autonomamente i problemi. In poche parole: un servizio deplorevole, disumanizzato. In una parola: improduttivo. 
I vecchi capitalisti l’avevano imparato da secoli, si tenevano cari lavoratori, cercavano di guadagnarsene la lealtà con la fedeltà. I nuovi – finanziari, che non hanno mai visto una fabbrica, sempre alla ricerca della “innovazione” e della “gestione leggera” – quegli investitori che a Wall Street, quando IBM e Caterpillar licenziano, ne fanno rincarare le azioni perché “tagliano i costi” e dunque nel prossimo trimestre “esibiranno un profitto”- hanno completato il giro, e riscoperto che è furbissimo ingaggiare dei “famelici” schiavi, in paesi sottosviluppati, per i “servizi post-vendita”. 
Così si vede che la persecuzione spietata della “massima efficienza “(massimo profitto) per “il capitale investito” finisce per essere – invece – proprio la palla al piede verso la meravigliosa “società del terziario avanzato”. (.....)

e cosi' via, imperdibile. E la chiusa la dedico a quel mentecatto del mio troll seriale che mi si e' attaccato alle palle con le unghie, come un gatto, da qualche annetto ormai. Povero idiota.

Avvertenza importante:
Siccome la qualità intellettuale dell’italiano medio è tanto abbassata, occorre concludere con questa avvertenza: la critica al capitalismo globale di cui sopra non va intesa in nessun modo come difesa dello “statalismo”. Specie di quello italiota: si guardi questo corpo di parassiti ladri, incompetenti e strapagati, di usare i miei argomenti a loro vantaggio. Sono loro la causa del nostro degrado come popolo. Hanno colpa persino del distorto “Liberismo all’italiana”, ossia dello sfruttamento del lavoro precario nel privato con le sue distorsioni e furberie. Il “nero” in tutti i senso, dovuto alla necessità di sfuggire al controllo ossessivo e fisale di questi nemici della società produttiva.

Comunque se questo e' l'andazzo - e' lo e', lo sappiamo tutti, e' l'ovvio "che non si vede" di cui parlavo l'altro giorno - io non vedo grandi magnifiche sorti e progressive per l'umanita', non in questo secolo almeno .. c'e sempre piu' gente e che serve sempre meno al sistema. Se non hai soldi non assolvi al tuo compito di consumatore e il sistema produttivo soffre. Allora i casi sono 2, mi pare: o 1) dai soldi alla gente nel tentativo di tenere in piedi la baracca o 2) li stermini in massa (guerre, carestie..) vista la loro palese inutilita' se non pericolosita' sociale (rivolte, rivoluzioni) e nel contempo riduci la capacita' produttiva in eccesso del sistema produttivo, corporations multinazionali in primis. Metti nel piatto anche la misconosciuta ma incombente cresi delle risorse, dall'acqua al cibo ai metalli, sia rinnovabili che non, e direi che le elite potrebbero farsela venire davvero l'idea di un mondo con molta meno gente e pochi schiavi molte macchine a servirli. 

Io ho idea che si tentera' prima la soluzione 1), leggi QE for the people, poi, al fallimento di questa, la soluzione 2). O un mix di queste cose, bisogna vedere come evolvono le cose. 

Insomma, il problema di avere sempre piu' gente e in prospettiva sempre meno risorse mi pare assai poco rassicurante .. fai tu come potra' evolvere. 

Non so, sono tempi decisamente interessanti .. tutto il XXI secolo sara' un secolo di svolta nella storia dell'umanita', mi sa. 

A quelli che parlano un giorno si e l'altro pure dei maledetti socialismi e statalismi attuali dico che secondo me e' probabile che non abbiano ancora visto niente. In una via di mezzo fra i due scenari non mi pare difficile immaginare che ad un certo punto arriveranno anche sistemi in stile nazionalsocialismo tedesco o comunist-sovietici .. ma pensaci: se la poverta' si diffonde, se le masse delle calassi medie slittano sempre piu' verso la base della piramide dei redditi, se poi arriva - come prima o poi arrivera' - la crisi dei post-picco, del petrolio, del rame ecc, aggiungi le mille bolle finanziarie e la colossale bolla storica del debito, pubblico come privato .. non mi pare difficile immaginare masse che invocheranno un tozzo di pane e si aggrapperanno a regimi del tipo suddetto, dei socialismi dittatoriali. Un mix di riduzione della popolazione (stermini di varia sorte) e societa' allo sbando rimesse "in ordine" a questa moda, che "raziocinino le risorse", non mi pare assolutamente impossibile. E fra l'altro in una Europa di questo tipo i primi a diventare i nuovi ebrei saranno proprio le masse di immigrati, vi pare?

Fantapolitica? Puo' darsi. Speriamo. Magari invece i nostri figli e nipoti saranno tutti sempre piu' felici, sempre piu' ricchi e vivranno 200 anni e per 180 col copro di un ventenne. E viaggeranno per l'universo a colonizzare altri sistemi stellari. E saremo tutte le razze del mondo assieme, mischiate e felici. Chissa'. 

Chiudo con questo tweet della Tampieri:

Un tipo che segnala un articolo su un giornale sul Qe for the peole: Gran bell'articolo di Minenna sul people quantitative easing "la BCE getterà denaro dagli elicotteri?" 
TampieriUna volta avrebbero lanciato briosche.

Ecco, e' proprio questo il punto: Le elite dell'epoca (Maria Antonietta) NON le lanciarono le brioche ... e finirono col perdere la testa, dacapitati in una piazza fra masse urlanti. Non so se mi spiego: 'sti QE for the people saranno proprio le brioche gettate al popolo, un stremo tentativo di tenere in piedi la baracca. Che il nome della baracca poi sia "socialismo" poi a me fa ridere, mi pare che viviamo nel mondo del trionfo del capitalismo e della finanziarizzazione spinta, della globalizzazione, delle corporations multinazionali e dei paradisi fiscali. Ma magari ho preso un abbaglio io. 


L'esercito in Libia a proteggere ... i pozzi delle multinazionali?



ANSA - Libia chiede aiuto per proteggere pozzi. Primo appello di Sarraj alla comunità internazionale 
Appello di Tripoli a all'ONU e all'UE per sicurezza pozzi petrolio. Renzi dal G5 di Hannover: "Iniziative comunità internazionale dovranno essere richieste dal governo". 
Obama manda 250 soldati in Siria. 
Intanto, fonti di governo e Stato maggiore Difesa smentiscono notizie di stampa, come destituite di fondamento, che oggi parlavano dell' offerta da parte di Roma di 900 soldati. (...)


Giorgio Cremaschi (via L'Antidiplomatico) - Il Governo Fantoccio delle Multinazionali del Petrolio ci riprova
 
Il capo del governo insediato a Tripoli dalle cannoniere occidentali ha cominciato a rendere i servizi per i quali è stato insediato. 
Serraij ha chiesto truppe Nato per proteggere i pozzi delle multinazionali di cui è il capocantiere sul posto. [lol. Er]
La spudoratezza della richiesta è tale che Renzi ha sentito il bisogno di specificare che non si tratta di proteggere i pozzi dell'ENI. Sarebbe dunque solidarietà petrolifera disinteressata la nostra. 
In realtà sappiamo che da tempo Italia, Francia e Gran Bretagna si sono spartito il paese secondo vecchi confini coloniali e nuovi insediamenti petroliferi. All'Italia la Tripolitania, Tripoli bel suol d'amore, alla Gran Bretagna la Cirenaica, alla Francia il Fezzan. (...)

Oh, ma ha ragione il miot roll: mica e' vero che tutte ste guerre in MedioOriente a cui assistiamo da piu' di 20 anni ormai hanno a che fare con le risorse, col petrolio, nono. 

E poi, no, non e' un uso di risorse pubbliche (e non poche) per proteggere gli interessi di questa e quella multinazionale. nono. Non paghiamo mica noi per aerei, armi leggere, missili, navi, eserciti .. no, paga ciccioformaggio. Poi lamentati solo degli incentivi alle rinnovabili in bolletta. Il petrolio invece arriva gratis... lo dico giusto perche' di gente che si lamenta degli incentivi alle rinnovabili (ben mazzulati da Renzie, en passant) ne ho letta tanta, di quelli che si lamentano di come il contribuente foraggia guerre e luridate varie invece .. chissa' perche'. Scusate tanto cari "sviluppisti forever", cari "il petrolio non finira' mai", cari "chi parla male del petrolio vuole riportarci al medioevo". 

non possiamo mica fare senza petrolio, no? si fottano i marocchini quindi, no? Poi meravigliati quando arrivano qui in massa. Son piovuti dal cielo.


---
Franco Bechis (Libero, via Dagospia) - È PARTITA LA GRANDE FUSIONE ANSA-AGI – A DARE IL VIA LIBERA ALL'INCORPORAZIONE DELLA AGENZIA DI STAMPA DELL'ENI NELLA PANCIA DELLA PIÙ GRANDE NEWS FACTORY ITALIANA, È STATO IL COMITATO ESECUTIVO DELL'ANSA PRESIEDUTO DA GIULIO ANSELMISe ne chiacchierava ormai da un annetto, anche con malizia (attribuendo a Matteo Renzi la regia politica dell' operazione) - Secondo i rumors per dare sostenibilità finanziaria all'operazione l'Ansa metterebbe pure in vendita la storica sede di via della Dataria, a due passi dal Quirinale....

Cosa vuol dire? Che d'ora in poi le notizie le da direttamente l'ENI? Naaa ...

Il Fatto: Rai, Report: “L’oro taroccato nei gettoni-premio. Fornitore? Banca Etruria”


Il Fatto - Rai, Report: “L’oro taroccato nei gettoni-premio. Fornitore? Banca Etruria”
Il caso, sollevato dalla denuncia di una vincitrice del programma "Red or Black", è oggetto di una puntata in onda su Rai3 il 24 aprile. La Rai, emerge dall'inchiesta, acquista ogni anno dalla Zecca dello Stato dai 6 ai 10 milioni di euro di gettoni d'oro, pagandoli come oro purissimo 999,9. Ma quello che arriva è oro 995

Va beh, a parte la simpatica notizia su Banca Etruria che gabba la RAI (tanto paghiamo noi).. piu' che il 995 invece che 999, che e quasi piu' una questione psicologica che sostanziale (si parla di uno 0,4%, su un grammo con l'oro a 35 euro, e' 14 centesimo, su un kilo 140 euro), la cosa che mi pare ben piu' eclatante e' che si parla di una decurtazione dal premio dell'IVA, che sull'oro non deve essere imposta (!):

L’inchiesta di Sigfrido Ranucci per Report prende l’avvio dalla segnalazione fatta dalla signora Maria Cristina Sparanide, vincitrice nel 2013 della trasmissione Red or Black di RaiUno: come saldo dei 100mila euro vinti, lamentava la signora, la Rai le ha inviato 4 gettoni da 20mila euro, commissionati alla Zecca dell Stato. La somma non ricevuta serve a pagare le tasse, e il concorrente ne è sempre informato. Anche se, rileva ancora il servizio di Raitre, solo con la lettera del Poligrafico dello Stato il concorrente apprende di dover pagare anche l’IVA, imposta, questa, che non dovrebbe ricadere sull’oro “per investimento”, quale un lingotto o, appunto, un gettone. In più, oltre alle tasse così calcolate e al costo del conio del gettone, a carico del vincitore risulta essere anche un ulteriore calo del 2 per cento dovuto alla fusione. Alla fine dei conti, dunque la vincita di 100mila euro si riduce così a poco più di 64 mila.

Ok, anch'io mi incazzerei, giustamente, per la truffa del 4 per mille .. e poi se voglio 9999 voglio 9999, non 995 .. vallo a dire ai cinesi! Quelli ti saltano alla gola se gli dai 995 invece di 9999 :D .. ma la bomba mi pare la storia dell'IVA. Lo dico perche' nei commenti son tutti parlare del babbino della cara, adorata Mary Helen, di Banca Etruria truffatrice, ecc. e mi pare che nessuno si sia accorto di ben altro elefante nella stanza, un bel 22% di IVA non dovuta.


---

Aggiornamento: QUI il video di Report in oggetto. QUI il video sella Guardia di Finanza che sequestra il gettone d'oro negli uffici di Report.


Durden: Cosa siamo? Consumatori




Barrai: QE for the people - Helicopter money


Mercato Libero - QE for the people - Helicopter money
(...) l'Europa sta guardando alla politica dell'HELICOPTER MONEY O QE FOR PEOPLE. 
DEL RESTO IL RISULTATO FINALE NON E' TANTO DIFFERENTE dall'attuale (sempre impoverimento delle masse.. ma con una percezione differente) ..in una politica deflattiva infatti (QE) i tassi di interesse tendono ad abbassarsi sempre di piu' fino a diventare negativi. Il debito costa meno meno e poche imprese falliscono, ma le grandi aziende tendono ad avvantaggiarsi, vantaggi da posizione dominante, efficienza fiscale... mentre i piccoli perdono potere di acquisto (disoccupazione e salari bassi e maggiore pressione ficale [pressione ficale? Che deh, Barrai? bella li, mi piace sta pressione ficale ;D Er] ) 
I governi e le multinazionali godono molto di questa situazione.. sbarazzandosi dei concorrenti e diventando sempre piu' grandi. ma in questo modo rischiano di uccidere la gallina dalle uova d'oro. 
Se il cittadino diventa troppo povero...non consuma piu'....e siamo prossimi a questa situazione... ecco quindi che si devono ricreare le condizioni inflattive.. invece di avere deflazione e tassi di interesse negativi distribuendo la liquidita' alle banche in prima istanza e poi alle imprese e solo se avanza ai cittadini (ma in un mondo globale ....prima di arrivare ai cittadini di un paese...il capitale cerca maggiore redditivita' in altri paesi..lasciando di fatto all'asciutto i cittadini) SI PASSA A UN MODELLO DI MAGGIORE DENARO IN MANO AI CITTADINI... QUESTO PUO' ESSERE FATTO IN VARIO MODO....
da comunisti - socialisti o democratici 
Ovvero distribuendo reddito uguale per tutti (reddito da cittadinanza) 
Oppure dando maggiori finanziamenti solo a settori in mano agli amici degli amici... 
SI POSSONO SPINGERE INVESTIMENTI IN INFRASTRUTTURE 
SI POTREBBE DETASSARE IL LAVORO O IL CAPITALE IN MODO DA SPINGERE LE PERSONE ALLA RICERCA DELLA ECCELLENZA E DEL PROFITTO. 
i modi sono tanti e i vari governi decideranno quali utilizzare..(IN ITALIA SI DARANO SOLDI AGLI AMICI...) 
ma il risultato sara' chiaro... stampando denaro direttamente in mano ai cittadini in un modo o nell'altro si deprezza la moneta... e deprezzando la moneta a parita' di beni prodotti o consumati... i prezzi tendono a salire .. o il denaro a valere meno...) 
e quindi si crea inflazione (all'opposto della deflazione.) 
VOI CAPITE BENE CHE INTERESSI NEGATIVI DEL 3% O INFLAZIONE AL 5% CON INTERESSI POSITIVI AL 2% PER IL CITTADINO POCO CAMBIA... se non la percezione .... Tutto sommato per il mondo occidentale è tempo di HELICOPTER MONEY... 
in questo caso i migliori investimenti risultano : 
1) le valute dei paesi che non faranno helicopter money (ovvero i paesi emegenti che vedranno le loro valute rivalutarsi) 
2) le materie prime e in particolare l'oro 
3) le azioni in quanto sono capaci di combattere meglio la perdita di valore delle obbligazioni e del denaro 
4) immobili 
5) bitcoin 

le asset class peggiori: 
LE OBBLIGAZIONI A MEDIO E LUNGO TERMINE 
LA CURRENCY DI UN PAESE COME GIAPPONE O EURO

Anche Armstrong fa ragionamenti simili (per altro abbastanza intuibili e qui detti e ridetti sostanzialmente da 5 anni armai) ... ho un pajo di post suoi salvati con cui voglio fare un post da un pajo di giorni .. domani

lunedì 25 aprile 2016

La mano (in)visibile della BCE: Unilever emette debito a 0% di coupon e tasso allo 0,06%


Zero Hedge - The ECB's Visible Hand: Unilever Issues Debt With 0% Coupon, 0.06% Yield

Per chi non lo sapesse Unilever e' una delle piu' grosse multinazionali al mondo. Da Wiki

Unilever è una multinazionale anglo-olandese proprietaria di molti tra i marchi più diffusi nel campo dell'alimentazione, bevande, prodotti per l'igiene e per la casa.

Lipton
Tè Ati
Infusi Montana
Algida
Toseroni chiuso da 25 anni
La Sorbetteria di Ranieri chiuso da 10 anni
Ben & Jerry's
Santa Rosa ceduto a Valsoia nel 2011
Klondike Bar
Grom
Bertolli ceduto il business dell'olio d'oliva nel 2008
Hellmann's e Best Foods
Calvé
Gradina (Margarina)
Foglia d'oro (Margarina)
Blue Band
Becel
Flora
Marmite
Knorr
Pot Noodle
Findus ceduta per 805 milioni di euro nell'estate 2010 alla multinazionale Birds Eye Igloo
Slim Fast
Milkana
Crème Cuisine
Cif
Omo
Coccolino
Lysoform
Svelto
Surf
Ciok
Domestos
Axe
Badedas
Rexona
Brisk
Brut
Dimensions
Origins
Impulse
Dove
Lux (azienda)
Clear
Atkinson
Mentadent
Pepsodent
Gibbs
Fabergé
Timotei
Signal
Sunsilk
Zendium
1881 Cerruti
Brut
Cutex
Fissan
Vaseline
TIGI
Mentadent
Athea

BofA's disturbing assessment of the ECB program for broader markets was surprisingly gloomy:

Firstly, the credit market could (worryingly) become much less sensitive to fundamentals such as commodity prices. For instance, if commodity prices fall, debt spreads of Glencore could still tighten if the ECB remains an active buyer of their bonds.

Questo rende le multinazionali piu' resistenti ai fondamentali avversi, per esempio una multinazionale come Glencore se i prezzi delle commodities crollano sarebbe quasi inattaccabile sul fronte dei suoi bond, del suo debito emesso. Questo grazie alla BCE di Draghi. 

Secondly, there is clear motivation for non Euro-Area companies to issue Euro debt via a Euro-Area incorporated SPV. Our understanding is that the process (and time needed) to set up such a vehicle is not too cumbersome.
If this is the way that the credit market in Euros develops, then the ECB could potentially be “corporate QE’ing the world”. All credit markets stand to benefit in such a scenario as the trickle-down effect looks significant to us.

Yet, investors will need to keep an even closer eye on the likelihood that credit spreads disconnect from fundamentals. For instance, if the ECB buys UK credits then this will exacerbate the lack of Brexit premium in the £ credit market.

.. per questo la BCE sembra essere diventata l'emittrice di un QE for the corporations multinazionali.