Ovvero: Pararsi un po' il cul* in questo pazzo pazzo mondo di carte filigranate, iperfinanza globalizzata e picco delle risorse

domenica 31 gennaio 2016

Jansen: La Cina pone fine alla pubblicazione dei numeri relativi ai ritiri di oro fisico all'SGE


Koos (Kus, tipo bacio, nome di fantasia, in realta' si chiama Jan) Jansen (il vero cognome, olandese, pare piuttosto impronunciabile), responsabile dal 2012 della diffusione nel "gold space" dei dati dei ritiri di oro fisico allo Shanhai Gold Exchange (SGE, fondato solo nel 2002, dopo l'apertura della Cina ai mercati mondiali), che come abbiamo imparato soprattutto grazie a lui sarebbero circa il doppio della domanda d'oro cinese secondo il piu' ufficiale World Gold Council (WGC), ci fa sapere che i cinesi si stanno muovendo sempre piu' verso l'occultamento dei dati che abbiamo seguito con tanto interesse in questi ultimi anni.


Grimaldi: Perche' dobbiamo uscire dalla NATO


"XXX uguale scimmie, serpenti e cani". "L'unico XXX buono e' quello morto". Chi lo diceva? I nazisti degli ebrei? Non solo.

Si potra' non essere d'accordo con il suo approccio ideologico ma il racconto che fa Fulvio Grimaldi di decenni di esperienze dirette su quasi tutti i fronti mondiali, Palestina, Irlanda, Serbia, Iraq, Libia, Ucraina ... beh, imperdibile.

Da vedere anche gli altri interventi a "E' la stampa, bellezza", come questo di Giulietto Chiesa (e Maurizio Blondet) sul perche' stare dalla parte dei russi e cercare di uscire dalla NATO


Grover: Una allocazione norvegese in oro controbilancerebbe il rischio di incompetenza sovrana


Un norvegese si domanda com'e' che il suo paese sia uno dei pochi al mondo in cui la banca centrale non ha riserve auree

Many believed that the NOK was backed by oil, not requiring a gold reserve. However, oil is no longer a scarce resource but an abundant commodity. Switzerland, Germany, America and other first world nations have gold reserves. Norway should have one too! Ever since oil started moving downward, starting 2014 and the NOK following, gold started moving up significantly in NOK terms:
 

Durden: Le 20 citta' piu' violente del mondo (solo 2 sono negli States)


Dove NON migrare (a meno che non siate amanti dell'ultraviolenza)


Zika Virus: La versione di ByoBlu, di Zero Hedge e di Bloomberg

Veramente, sembra uscita da un film della serie Resident Evil ... robba da complottisti quindi, no?

ByoBlu - Zika virus, la scimmia “Rhesus 766” e Rockefeller. Ecco la storia
Lo Zika virus è uscito dal suo inferno a distanza di decenni, da quando per la prima volta venne studiato dal dott. Jordi Casals Ariet. L’OMS, Organizzazione Mondiale della Sanità, afferma che “si propaga in maniera esplosiva” e sono attesi circa 4 milioni di casi, ma le modalità con cui il virus si è evoluto e si è propagato sembrano uscite da una pellicola di serie B sui disastri naturali. Una storia di ricombinazioni genetiche che parte da molto, molto lontano e che ha tra i suoi protagonisti la Fondazione Rockefeller. (...) 

continua QUI

L'altro giorno c'era un post anche su Zero Hedge in cui notavano come, curiosamente, la zona del Brasile in cui la malattia si sta diffondendo e' la stessa in cui nel 2015 vennero rilasciate zanzare geneticamente modificate ..

Durden: "Il vaso di Pandora e' aperto". Perche' il Giappone potrebbe aver dato il via ad una silenziosa corsa agli sportelli


L'altro giorno Goldman parlava di last ditch measure, una mossa diperata da parte della Bank of Japan quella di sconfinare in territorio negativo coi tassi. A ruota anche Deutsche Bank arriva ad usare toni forti:


Today, Deutsche Bank's Japan analyst Mikihiro Matsuoka jumps on the bandwagon and adds that "we are worried about a possible opening of a Pandora’s Box by explicitly removing the lower bound of nominal interest rates."

Temiamo che questa mossa sia come l'apertura del vaso di Pandora. 

Di che parlano? Un po' delle stesse cose che si son viste per la prima volta in Svezia e Danimarca nell'ultimo anno. Sempre DB:

Chaize: Prezzo dell'oro e costi di produzione


Ormai parecchi anni fa uno dei primi analisti che incontrai in rete fu questo Thomas Chaize, un francese. Produce solo brevi articoli su diverse risorse, fra cui l'oro, e abbastanza sporadici, ma sempre intelligenti, interessanti e brevi :D ... ora e' tornato a scrivere sull'oro


sabato 30 gennaio 2016

Borghi (e cocoriti): Riassuntino puntate precedenti e dove siamo ora (Bail in)



Notevole video di Claudio Messora in cui Claudio Borghi fa un bellissimo riassunto degli eventi dell'ultimo decennio, dalla crisi subprime ai bail-in (da non confondere col Belin, anche se forse hanno qualcosa in comune, o il Bail Inn, una catena di hotel economici ;D).  Assolutamente da vedere e anche rivedere perche' mi pare che ci sia un bisogno come di aria pulita di qualcuno che riassuma quello che veramente e' successo e sta succedendo. 

Eccezionale, da paura il riassuntino su quello che e' successo da noi, in Italia ed europa, negli ultimi anni (intorno al minuto 38-42) fra LTRO e QE. Provo a schematizzarlo:

1) L'Euro (la Germania, le regole, ricordate?) impedisce alla BCE di comprare titoli di stato (2011, spread incontrollabili, panico ..)

2) La BCE si inventa allora i 1000 mld da prestare alle Banche all'1% perche' li comprino loro i titoli di stato (LTRO)

3) Le Banche con 'sti 1000 mld ci comprano i titoli di stato, che tutti svendevano (dandone sostanzialmente poco o niente in prestiti a imprese e cittadini).

4) I prezzi dei titoli di stato risalgono e le Banche realizzano un primo grosso profitto (coi soldi prestati all'1% dalla BCE compravano roba che dava un 4-5% e in piu' poi hanno rivenduto a 100 quello che avevano comprato a 70, quando gli spread si crollarono)

5) Solo che a 'sto punto i 1000 mld dati in prestito alle Banche all'1% devono essere restituituiti  ... e guarda un po', solo ora la BCE se ne esce col QE: compra cioe' i titoli di stato, che ora sono in pancia alle Banche (che ci hanno fatto i loro bei profitti fra 1% e 4-5% e 70>100 ma ora devono ripagare i prestiti LTRO) :D .... curiosamente solo ora che la crisi degli spread e' finita la BCE decide che puo' acquistare titoli di stato e ripulisce le pance delle Banche (ed e' lei che li compra ora a 100 con soldi che ora crea dal nulla) .. la BCE ora quindi, col QE, da alle Banche i soldi nuovi di stampa che alle Banche servono per estinguere il debito da 1000 mld fatto pochi anni prima proprio con la BCE! :D

Diabolico. Bestiali questi banchieri. 

Quanti lo avranno capito in Italia ed in Europa che QUESTO e' successo, non altro?  Il 10%?  Il 5% della gente? 


Alla fine fa anche una piccola disquisizione sulla creazione di denaro dal nulla: secondo lui la banca centrale si che crea denaro dal nulla mentre le banche pure, si, ma non proprio dal nulla, nel senso che hanno bisogno di prestiti, di nuovi correntisti per creare denaro dal nulla con la loro licenza a tendere solo una frazione (riserva frazionaria) dei depositi in cassa. 

Barnard: L'Islam radicale sara' annientato da Lady Gaga, 50 cent, Victoria's Secret e dai giovani musulmani


PaoloBarnard.info - L’ISLAM RADICALE SARA’ ANNIENTATO DA LADY GAGA, 50CENT, VICTORIA’S SECRET, E DAI GIOVANI MUSULMANI. AIUTIAMOLI!


(...) Si badi bene: I GIOVANI MUSULMANI NON RESISTERANNO PER SEMPRE NELLA GABBIA DI STO CAVERNICOLO ISLAM RADICALE E LO DISTRUGGERANNO. LO ANNIENTERANNO. SONO LORO LA SOLUZIONE. UNICA.
(...) Fu mentre ricercavo le tracce del notorio terrorista dell’11 Settembre, Mohamed Atta, nel sobborgo di una grande città mediorientale dove era nato e cresciuto – e qui parliamo di Al Qaeda – che mi capitò di incappare in una torma di ragazzini. Dovete immaginare che stavo proprio nel mezzo dell’humus che aveva sfornato Atta, e dopo di lui altre centinaia di giovani Jihadisti, una cui parte oggi è di certo nell’ISIS. 
Riconoscendomi come occidentale, mi corsero incontro spontaneamente e mi dissero esattamente questo: “Noi amiamo i vostri vestiti, ci piace la vostra televisione, ci piace la vostra musica!... Ma perché ci fate la guerra? 
Va tralasciata l’ultima frase che è un abisso di trame geopolitiche, perché la cosa importante è la prima parte. L’Islam radicale è una fucina di arretratezza abominevole che doveva essere abbandonata a se stessa nelle sue terre perché si riformasse, avesse un ‘Illuminismo’, o crepasse nella sua paralisi cavernicola. Ma gli interessi del Capitale decisero di collegare brutalmente e in pochi attimi una Riad che stagnava nel VII secolo con la Seattle del XX secolo’; i riti tribali dell’Hindu Kush con le procedure di parlamenti alla svedese; la legge dei bruti col Diritto partorito ad esempio da un Cesare Beccaria, e tutto ciò coi risultati che oggi vediamo. Questa è l’imperdonabile colpa dell’Occidente, senza dubbio. Ma l’Islam radicale, oggi appunto iniettato a forza nelle nostre vene dalla folle avidità del Capitale, non può, assolutamente non può convivere con noi. Perché è barbarie, punto. Sì, lo è. 
Mohammed Atta sembra che si sia arruolato in Al Qaeda quando seppe che vi era un progetto anglo-tedesco di costruire un complesso alberghiero commerciale nel secolare stupendo mercato di Aleppo in Siria. Questi Jihadisti sentono l’invasione nelle loro terre dei costumi e degli stili di vita occidentali come la morte dell’Islam, e non hanno torto a difendere la loro cultura. Ma si chiesero Atta e soci, e si chiedono gli odierni arruolati nell’ISIS da Roma, da Madrid o da Praga, si chiedono sti barboni torturatori di donne che camminano nelle nostre città oggi, DI COSA E’ FATTA LA LORO ‘CULTURA’? E per loro ‘cultura’ intendo l’adesione cieca a una NON-Teologia come il Corano e la legge Shari’a, cioè Islam radicale. 
E’ fatta d’ignoranza abominevole, dove centinaia di milioni di donne furono e sono massacrate perché sti ominidi non vogliono capire che è l’uomo che determina il sesso del feto, e non la donna, quindi quando nasce una primogenita bambina incolpano e umiliano la madre in modi da voltastomaco, e la fottono a morte fino a quando non sputa un maschio. La loro cultura è fatta del tentativo, di cui già diedi conto, di spiegare i buchi neri e la fisica delle particelle col Corano. Però quando gli schiatta un’arteria cardiaca sono felici, sti ipocriti, di salvarsi la buccia grazie all’eredità scientifica galileiana occidentale… Se era per la loro ‘cultura’, il bypass coronarico lo ricercavano in una Surah del Corano, e poi se lo impiantavano nella tomba. (...) 

continua QUI

Dago: Salutame la civilissima Svezia



Chi l'avreeebbe maaai immaginato?! Se fai arrivare milionate di disperati (nella migliore delle ipotesi) poi capita che ad azione corrisponda reazione. Chi. L'avrebbe. Mai. Potuto. Immaginare. 

Dagospia - 1. SALUTAME LA CIVILISSIMA SVEZIA: DECINE DI UOMINI INCAPPUCCIATI AGGREDISCONO MIGRANTI A STOCCOLMA. UNA RAPPRESAGLIA PER L'OMICIDIO DELLA GIOVANE COOPERANTE (VIDEO) 
2. TRA LE 50 E LE 100 PERSONE CON MASCHERE O PASSAMONTAGNA, HANNO PICCHIATO E AGGREDITO GLI STRANIERI, MOLTI DEI QUALI MINORI ARRIVATI IN EUROPA SENZA GENITORI 
3. UN SITO NEONAZISTA AVEVA PUBBLICATO IERI SERA UN ANNUNCIO NEL QUALE «CENTO HOOLIGANS» ERANO PRONTI «A FAR PULIZIA DAI CRIMINALI IMMIGRATI DELL’AFRICA DEL NORD» 
4. LA RABBIA TRA GLI SVEDESI È CRESCIUTA DOPO CHE LA 22ENNE ALEXANDRA MEZHER, ASSISTENTE SOCIALE, È STATA ACCOLTELLATA A MORTE DA UN RICHIEDENTE ASILO DI 15 ANNI 
5. LE AUTORITÀ HANNO DISPIEGATO SUL TERRITORIO AGENTI ANTI-SOMMOSSA E HANNO FATTO SORVOLARE IL CENTRO CITTADINO DA ELICOTTERI. TRE ARRESTI, MA L'INDAGINE SI ALLARGA

Naturalmente condanna per gli aggressori .. quando sono europei. 

Ma le anime candide si rendono conto che giocano col fuoco coi loro ideali di accoglienza oltre il livello della cecita'? Si rendono conto che vanno a creare una bomba a tempo? Di chi sara' poi la colpa quando masse di europei sempre piu' disoccupati e impoveriti si schierera' insieme ai neo-nazi (se poi lo sono davvero, di sti tempi basta che uno dica ba che ti saltano addosso "sei un nazistaaa!"). La disoccupazione aumenta? Facciamo arrivare ancora piu' disperati. Ci pagheranno le pensioni. Un milione all'anno e' poco, di piu' di piu' .. di chi cazzo sara' la colpa quando le cose prenderanno a piega veramente brutta? Chi avra' innescato questa bomba a tempo? Ci rendiamo conto che i disperati a 'sto mondo sono nell'ordine dei miliardi? Che facciamo, li facciamo venire tutti qui a spese del contribuente, raccontandoci che poi troveranno un lavoro che manco gli "aborigeni" europei trovano? E questi illuminati progressisti davvero sono convinti che importare da paesi che pajono essere ancora con un piede nel medioevo milionate di persone sara' d'ajuto a conservare la nostra bella civilta' che per arrivare dove siamo ci ha messo secoli di lotte, battaglie e morti? Saranno queste masse di nordafricani e pakistani e nigeriani a proteggere i diritti dei diversi, delle donne, dei gay, a difendere tutto quello che dite di voler difendere? Saranno loro a difendere i gia' sfumati diritti dei lavoratori? Mah. Doppio Mah.

L'orizzonte degli Eventi - Le cagne di Pavlov 
Riusciamo finalmente a ricapitolare e a chiudere il discorso sui fatti di Capodanno a Colonia, al netto del negazionismo ancora imperante da parte della quarta internazionale e delle femministe? Pare di si. 
Il governo del Nord-Reno Westfalia, per bocca del ministro degli interni Ralf Jäger, ha appena presentato al suo parlamento il rapporto ufficiale finale, pubblicato sulla Bild con il titolo "La lista della vergogna" (tradotto in inglese dal sito Breitbart). 
Nel rapporto sono elencate le 821 denunce sporte solo nella città di Colonia - ma il numero totale delle vittime ammonterebbe a più di mille - che riguardano reati che vanno dallo scippo fino a ben 359 casi di aggressione a scopo sessuale e di stupro di gruppo. 
I primi episodi denunciati risalgono alle ore 20.00 del 31 dicembre 2015, con la prima aggressione sessuale alle 20.30, ma il Rape Party condotto secondo le modalità dell'infame taharrush gamea, convocato tra gli immigrati nordafricani e mediorientali non solo nel Nord Reno Westfalia ma in tutta la Germania e in altri paesi nordeuropei - segno inequivocabile di premeditazione e coordinazione in stile swarm attack, come ho già fatto notare nei post precedenti - andò avanti per tutta la notte.

I perpetratori dei crimini di capodanno agirono praticamente indisturbati perché è ormai dimostrato che le forze dell'ordine attesero fino ad oltre mezzanotte prima di intervenire nelle strade e piazze dove stava accadendo l'inferno, documentato anche da questa testimonianza di un'italiana a Colonia. Ricordo, tra parentesi, che invece le autorità finlandesi erano state messe in guardiapreventivamente da qualche tipo di intelligence, proprio dai tedeschi.Il 1° gennaio la Polizia di Colonia rilasciò un surreale comunicato del tipo: "Tutto si è svolto in tranquillità questa notte". Non si sa se per coprire la propria impreparazione di fronte ad un fenomeno totalmente nuovo (un nuovo tipo di attacco terroristico, in pratica) che alcuni suoi esponenti hanno ammesso in seguito non sarebbero comunque stati in grado di affrontare, oppure per parare il culone alla cancelliera che aveva appena raccontato ai tedeschi, tutta vestita di rosso, nel suo messaggio di fine anno, quanto sono belli&buoni i migranti e quando dobbiamo accoglierli con generosità.

La censura più grave comunque riguardò i media di tutta Europa. Si dovettero attendere giorni, in alcuni casi fino ad una settimana, prima che le notizie, accuratamente ignorate, giungessero finalmente in testa ai titoli di cronaca.Ora si sa finalmente che quello di San Silvestro fu un attacco preordinato e condotto da immigrati islamici, alcuni dei quali introdottisi in Germania spacciandosi come profughi e compresi minorenni della terza generazione (per la serie i grandi successi dell'integrazione). La matrice islamica è confermata anche grazie al solito immancabile imam troppo sincero che ha sentito il bisogno - excusatio non petita - di addossare la colpa di ciò che accadde alle tedesche ai loro abiti succinti (in dicembre?) e ai loro profumi.

Tutto ciò viene rivelato mentre Angela Merkel, secondo un insigne psichiatra tedesco, sarebbe sull'orlo di una crisi di nervi per essersi lasciata andare al delirio di potenza dell'accoglienza no limits senza premunirsi di uno straccetto di piano B. La "statista" non si è nemmeno accorta che qualcuno le ha dichiarato guerra, se è per questo, e che lo scherzetto degli stupratori con il dito le costerà probabilmente la carriera. Ecco cosa accade a non guardarsi le spalle mentre ci si preoccupa solo di fottere i propri vicini. Io il burn-out della Mutti lo chiamerei, se il collega me lo permette, Disturbo da Stress Post Distruzione dell'Europa. 
Tirate le conclusioni di ciò che è accaduto, qualcuno si sta chiedendo per caso, oltre a chi potrebbe aver organizzato l'attacco alle donne europee, Merkel compresa, chi ha deciso, dall'alto, di occultare ancora una volta la verità sui crimini sempre più frequenti commessi dai "nuovi europei" ai danni degli indiani d'Europa? Verità che, dopo il tappo saltato a San Silvestro, tra venendo fuori con cifre da capogiro e sempre nuove segnalazioni di coperture e muri di gomma governativi giustificati da esigenze di antirazzismo. Antirazzismo a senso unico, naturalmente. Gli uomini che odiano le donne sono liberi, a quanto pare, di passare all'azione, se vengono da fuori. (...)

continua QUI


Di fronte ad un'immagine come questa, riesce il Grande Cervello Unico degli auto€genocidi a spiegarsene il senso? La Svezia non ha mai colonizzato nessuno, è il paese più generoso in termini di welfare. Oggi si sta praticamente autodistruggendo in nome dell'accoglienza. Quindi, per quale diavolo di motivo questi esagitati diversamente svedesi ne bruciano la bandiera?

Sarà Sindrome di Stoccolma?

Ci vuole la scala per capire che gente cosi la prendi, la carichi su un aereo e la rimandi a casina sua? Punto. Fine. Che, dobbiamo anche discuterne? Hai voglia di scherzare?

Un altro bell'effetto della globalizzazione. Sara' bellissimo, ci dicevano, saremo tutti piu' ricchi e felici, ci dicevano... in un mondo in cui i capitali devono frullare qua e la come gli pare, liberi", in cui le merci devono poter circolare senza dazi, senza protezionismi .. perche'ccazzo io devo restarmene in Pakistan o in Somalia, perche' devo restarmene in questo buco di posto, solo perche' sono nato qui invece che la? Cazzo voglio anch'io una bella gnocca bionda, voglio anch'io il macchinone, le vancanze ad esser riverito da schiavi, deve dirsi uno nato la, magari con 7 fratelli e sorelle uno con meno prospettive dell'altro e tutti pero' con una connessione internet o una parabola che gli fa vedere il mondo ricco e li martella di pubblicita' ambientate in dreamland.  Vi pare?  Non hanno neanche torto, a modo loro. 

E' un mondo amaro, lo so. Io lo so. Ditelo anche ai sognatori pero', che a sognare troppo forte rischiano di materializzare ulteriori inferni, cosi' presi a fare i conti senza l'oste. 

Durden: Come i Rothschilds hanno scelto l'America come giardino di casa delle proprie frodi private sulle tasse


Nel 2012 i Tylers mostravano come la Apple sostanzialmente evitava tasse attraverso una gigantesca ma misconosciuta compagnia con una buchetta della posta a Reno, nel Nevada, stato a tassazione zero (che bravi li, eh?)

Zero Hedge - How The Rothschilds Made America Into Their Private Tax Fraud Backyard 
Back in September 2012 we first presented "the world's biggest hedge fund nobody had ever heard of": a small, previously unknown company called Braeburn Capital which, however, managed more cash than even Ray Dalio's Bridgewater, the world's largest hedge fund. 
How had the little firm operating out of a non-descript office building in Nevada achieved this claim to fame? By managing the cash hoard (now well over $200 billion) of the world's biggest and most valuable company: Apple. 
But what was perhaps more notable is where Braeburn was physically located: Reno, Nevada.

We explained the company's choice for location with one simple word: "taxes", or rather the full, and very much legal, avoidance thereof.

Ora mostrano che ad aggiungersi alla lista dei residenti fiscali del Nevada si sono aggiunti niente meno che ... i Rothschild e la loro clientela d'elite:


Durden: Intanto in Canada ecco che arrivano le bazze nell'immobiliare ...



Cheddici, ci sara' mica una bolla immobiliare in Canada?


venerdì 29 gennaio 2016

Seeking Alpha: Barrick Gold torna ad essere la numero uno per capitalizzazione di mercato


Sono rimasto un po' sbattezzato dalla performance di Barrick Gold (ma anche Newmont Mining) rispetto a, per dire, Goldcorp nelle ultime settimane. 

La prima non ha ceduto gran che durante l'ultima mossa di poche settimane fa verso il basso che ha mazzulato ulteriormente molti miners, pesantissimamente alcuni junior pur altrimenti piuttosto "prestanti", ed ora e' risalita potentemente con le ultime impennatine dell'oro. Al contrario Goldcorp e altri .. il fatto e' che per un anno o due si e' sentito parlare della pesante situazione debitizia di Barrick Gold, al cui confronto GG sembrava un fiorellino quanto a debiti. E pure i costi di estrazione di Barrick sono piu' alti di quelli di GG e molti altri. Quindi percheccazzo sovraperforma ABX ora?

Durden: Ci sono ora la bellezza di 5,5 trilioni di debito pubblico che paga meno di zero in giro per il mondo, dopo l'arrivo dei tassi ZIRP giapponesi

Grafica Financial Times via Zero Hedge

Vista cosi la situazione dei bond che "pagano" meno di zero si assapora meglio. Non ne esistevano fino a solo un anno e mezzo fa. 

5,5 trilioni di dollari il valore dei bond pubblici che sono sotto zero ora, 5.500 miliardi, dopo l'ultima mossa banzai di Kuroda e Bank of Japan. 

Per inquadrare la situazza, 5,5 trilioni sono circa un quarto del PIL del mondo


Wiki: Riserve Auree delle banche centrali 1845-2013

Da Wikipedia

Uno magari pensa che le riserve auree delle banche centrali del mondo sia oro che e' li, che so, dai tempi degli antichi romani ;D ... scherzo, ma comunque magari ci si immagina che sia li da almeno secoli. Beh, non proprio. 

Facciamo due conti ... ora che siamo ai massi storici delle nuove produzioni minerarie d'oro (in zona peak gold, lustro piu', lustro meno) se ne producono meno di 3000 tonnellate l'anno (che grossomodo finiscono tutte in Cina ed India, come valori assoluti). Quindi tutte le banche centrali del mondo ne hanno per un 11-12 anni di produzione annuale di ora (ai tempi dei romani col piffero che se ne produceva tanto e men che meno nel medioevo e sino all'oro e argento del centro e sud America dopo il 1500) .. mmm, cerchiamo .. ecco:


Durden: I tassi dei bond, in giro per il mondo, stanno collassando


Kuroda banzai piu' che mai! :D ... NIRP (Negative Interest Rave Policy): Bond che pagano .. che paghi tu per averli, altro che interessi o cedole. 


St.Angelo - Lo show inizia: Endeavour Silver tagliera' le produzioni d'argento del 25% nel 2016


SRSRocco Report - IT BEGINS… Primary Silver Mining Company To Cut Production 25% In 2016 
The low price of silver has finally claimed is first victim. Endeavour Silver announced that it will cut silver production by 25% in 2016. 
The company has three mines working in Mexico and will produce 7.2 million oz (Moz) of silver in 2015. 
However, Endeavour plans to shut down production of one of their mines by the end of 2016 and put it on care and maintenance. (...) 

Blondet racconta gli anni '30 dal tragicamente misconosciuto punto di vista economico

Adolf Hitler insieme a Hjalmar Shacht

Maurizio Blondet racconta gli anni '30, lettura interessantissima, in un pajo di post, con particolare focus sulla Germania. Ecco qui l'inizio del primo. Spero che la lettura faccia anche nascere la curiosita' di cercare altre fonti, altri dati su quel periodo, e che spinga a cercare di mettere assieme i tasselli del puzzle .. per esempio ricordo Rickards e il suo Currency Wars, di cui ho tradotto il pezzetto sull'iperinflazione del 1922-23 che pose fine alla Repubblica di Weimar.. fu allora che arrivo' a dirigere moneta ed economia tedesche Hjalmar Schacht, mentre Adolf Hitler arrivo' al potere, mi pare, solo nel 1933, diani anni dopo e quindi non so quanto le sue politiche possano essere definite "hitleriane". Fra l'altro Rickards parla del nuovo ReichsMark introdotto da Shacht al posto del disastrato RendenMark come di una valuta con restrostanti reali, prima mutui e immobili e poi direttamente oro. Quindi sarebbe da controllare se e come e' vero che nella Germania nazista la moneta veniva creata a piacere ma senza dipendenze dal resto del mondo, dalle altre valute e dal sistema bancario come mi pare che dica Blondet qui. So che a Zibordi Shackt piace molto, lo considera un genio se ricordo bene, e visto che anche lui (Zib) suggerisce di creare moneta ... 


Blondet & Friends - Come Hitler Salvo' l'economia (qualche idea per oggi) - Parte 1 
L’alluvione di capitali dagli Usa in Germania si era, nel 1933, già prosciugata. La crisi del ’29 a Wall Street, il brutale arretramento dell’economia americana, il tracollo della produzione industriale il gelo del commercio internazionale, segnarono la fine della “prima globalizzazione” finanziaria. Non solo gli Usa a la Gran Bretagna, la potenza missionaria del vangelo liberista, adotta il protezionismo, e impone forti dazi sulle importazioni; nello stesso tempo, rinuncia al ruolo di fornitore internazionale di capitali. Passati i tempi in cui le imprese (e stati) esteri erano incoraggiati a chiedere prestiti sul mercato finanziario di Londra; dal ’31, in forma non ufficiale, si mette in vigore un embargo sulle emissioni titoli esteri in Inghilterra: il ‘mercato finanziario globale’ prima esaltato viene ridefinito ‘fuga di capitali”, osteggiato e punito.

L’Inghilterra si ritira dal mondo. Si ritira, intendiamoci, nel vasto e confortevole mercato asservito del suo impero coloniale: e fra le sue colonie vi sono i maggiori produttori mondiali di oro, il cui potere d’acquisto si rinforza col calo dei prezzi globali. Grande importatore di materie prime (è ancora una potenza industriale) il Regno Unito beneficia del crollo mondiale dei prezzi di queste. Dunque è doppiamente favorito: compra a poco con oro rivalutato.

La deflazione fa sì che in Gran Bretagna il costo della via ribassi, fra il 1924 e il ’36, di 16 punti, mentre i salari calano solo di 2 punti: sembra una situazione felice rispetto al resto del mondo, tanto più che il governo di Londra inaugura una politica di credito facile (bisogna pur usare i capitali abbondanti rientrati, che non possono più andare all’estero), che stimola (o simula) una sorta di ripresa, basata sui “consumi interni”. E tuttavia la disoccupazione resta ostinata al disopra del 10% fino al 1939, quando la guerra innescherà il suo truce modello di pieno impiego. (manda a crepare al fronte la forza lavoro in eccesso .. potrebbe essere un'eccellente idea anche per oggi ;D .. mi pare che questo succeda da sempre, non solo nelle societa' umane ma ovunque in natura una specie si moltiplichi troppo rispetto alle risorse: in un modo o nell'altro di deve tornare all'equilibrio  .. o ad un equilibrio. Er)

Nella ricca America, il New Deal di Roosevelt non otterrà effetti migliori, a parte di grande successo propagandistico. Un totale e severo dirigismo, grandi opere pubbliche pagate in deficit dallo Stato, aumento dei salari minimi, confisca dell’oro in mani private – non riescono ad aver ragione della crisi. Nel 1936, il potere d’acquisto degli agricoltori americani è quasi il 30% in meno di quello del 1929; la disoccupazione generale, che era del 3% prima del 1929, resta attestata al 19% fino al 1938. Anzi, dall’ottobre del 1937 l’economia Usa ricade in una severissima recessione, ed altri 4,5 milioni di lavoratori finiscono sul marciapiede. “L’economia americana non riesce a riprendersi con le sue sole forze, essa resta dipendente dalla iniezioni costanti di potere d’acquisto alimentato dai deficit di bilancio”, riconosce lo storico francese Jacques Nèré (La Crise de 1929, Parigi 1973, p.163).

In Francia il Fronte Popolare decreta un aumento generale dei salari del 10-15%, accorcia la settimana lavorativa da 48 a 40 ore (“lavorare meno per lavorare tutti” sembrò una buona idea, a sinistra) insomma applica le demagogie socialiste, senza riportare un alito di vita alla profonda stagnazione economica. 
L’URSS applica fino in fondo, con la nota ferocia ideologica, l’economia di piano, con i noti risultati disastrosi che sappiamo: carestia e GuLag.

Tutti gli esperimenti dirigisti in qualche modo falliscono. Salvo uno.

Quando Hitler sale al potere, la Germania soffre di una crisi industriale paragonabile a quella americana, con disoccupazione alle stelle. Ma a differenza degli Usa, per di più è gravata da debiti esteri schiaccianti: non solo il debito pltiico (pubblico? Ma non erano gia' stati in buona parte condonate, queste "riparazioni" per aver perso la prima guerra mondiale, gia' dagli anni '20? ... Er) – il peso delle “riparazioni” ; anche il debito commerciale pauroso. Le sue riserve monetarie sono ridotte a zero o quasi. S’è prosciugato il flusso di capitali esteri ritenuto necessario per la sua rinascita economica. La Germania insomma non ha denaro, ha pesro i suoi mercati d’esportazione, è forzatamente isolata (dalla recessione globale) dai mercati internazionali. Costretta ad una economia a circuito chiuso, nei suoi limitati confini.

Ma proprio da lì comincia a rinascere. Come? Secondo Rauschning, i nazisti “s’erano creati una teoria monetaria che suonava pressappoco così: le banconote si possono moltiplicare e spendere a volontà, purché si mantengano costanti i prezzi. Hitler era brutalmente esplicito: “Dopo l’eliminazione degli speculatori e degli ebrei, si dispone di una sorta di moto perpetuo economico, il cui meccanismo on si arresta mai. Il solo motore necessario è la fiducia. Basta creare questa fiducia, o con la suggestione o con la forza o entrambe”.

Sono idee assurde secondo la teoria economica: creare inflazione stampando moneta senza far salire i prezzi? E senza ricorrere al razionamento, alle tessere del pane come stava facendo Stalin in quegli anni. Eppure, funzionarono.

A causa del suo grande indebitamento estero, la Germania non può svalutare la sua moneta: le sue merci sarebbero più competitive, ma il peso del debito crescerebbe. Fra le prime misure del Terzo Reich c’è dunque il riequilibro del commercio, perché il deficit non può più essere finanziato come in tempi normali. Di fatto, la libertà di scambio viene sostituita da Hitler da meccanismi inventivi. I creditori della Germania vengono pagati in marchi (moneta di Stato, non bancaria), che però dovevano essere spesi in Germania. Per comprare merci tedesche: di cui l’industria germanica poteva fornire, per così dire, un quasi infinito catalogo: motori e vernici, giocattoli e prodotti chimici, medicinali, strumenti musicali e apparecchi radio, casalinghi… Ben presto questo sistema sviluppò quasi spontaneamente accordi internazionali di scambio per baratto: la Germania non aveva più bisogno di valuta estera (dollari o sterline) per comprare le materie prime di cui mancava, perché propriamente non vendeva né comprava più. Per il grano argentino, dava in cambio i suoi pregiati prodotti industriali; Rockefeller, per vendere i greggio della sua Standard Oil, si dovette contentare di un pagamento in armoniche a bocca ed orologi a cucù. Tanto che dopo la fine della guerra dovette giustificarsi di avere “finanziato Hitler” davanti al Senato. Ma le condizioni di gelo del mercato globale non consentivano ai Rockefeller di fare i difficili: prendere o lasciare.

Per le poche importazioni con esborso di valuta, il Reich impose agli importatori tedeschi un’autorizzazione della Banca centrale all’acquisto di divise. Il tutto fu presto facilitato da accordi con gli esportatori, che disponevano di quelle valute e le mettevano a disposizione. I negozi sui cambi avvenivano dunque, “dopo l’eliminazione degli speculatori e degli ebrei”, senza dover pagare il tributo ai banchieri internazionali – moderni cambiavalute. (...) 

la parte 1 continua QUI

la parte 2 la trovi QUI
  

Durden: Silver Market In Disarray After Benchmark Price Fix Manipulation


I Tylers hanno messo addirittura in evidenza, in cima agli altri post, questo post su quella che dichiarano essere una smaccata manipolazione dei mercati, quello dell'argento nella fattispecie, jeri, avvenuta jeri alla chiusura di mezzogiorno del mercato inglese dei metalli preziosi, l'LBMA (London Bullion Market Association, quella che sarebbe stato riformato un pajo di anni fa, insieme a tutti gli altri, in mezzo ad una crisi di credibilita', scandali, inchieste attivate o minacciate da organismi di controllo, ecc. Da non confondere con il LME, London Metals Exchange, che e' il mercato dei metalli industriali .. quello in cui ora pare ci sia qualcuno che sta mettendo in un angolo il mercato del rame), il famoso Fix. Come ironizzano i commentatori la parola dice tutto, fix (in inglese significa si "stabilire" ma anche e soprattutto "riparare" .. il prezzo sale "gli diamo una fixatina" ;D)

MineWeb (Bloomberg): Il World Platinum Investment Council dice che il mercato del platino restera' in deficit per i prossimi 6 anni



MineWeb (Bloomberg) - Platinum to remain in deficit through next six years, council says 
The platinum market will stay in a shortage in the next six years as supplies remain constrained amid growing or robust demand from jewellers and car companies, according to a report commissioned by the World Platinum Investment Council. 

Stavolta e' il World Platinum Investment Council a dire che il mercato del platino si trovera' in una situazione di "shortage" per i prossimi 6 anni. Shortage, vuol dire che ne manchera' ... la domanda da parte del settore giojelleria e da parte del mercato auto (marmitte catalitiche) resta robusto e addirittura in crescita, dicono. 

Dagospia sulla fusione fra Banco Popolare e Banca Popolare di Milano ... e Banca Materasso


Beh, magaaaari i politici stessero solo a dormire (e intascare centinaja di migliaja di euro l'anno) 
Dagospia - VAFFANBANKA! - LE NOZZE TRA BANCO POPOLARE E BPM INSOSPETTISCONO I SINDACATI - DIETRO LA FUSIONE TRA VERONA E MILANO SI MUOVE LA POLITICA D'ACCORDO COI MANAGER CHE VOGLIONO MANTENERE LA POLTRONA - LA FABI: "SCENARIO INQUIETANTE"
Dagospia - LA BANCA DEL GIAPPONE INTRODUCE INTERESSI NEGATIVI E SPINGE LE BORSE. MILANO +2,6% NONOSTANTE IL PIL USA Più MOSCIO DEL PREVISTO - DEL VECCHIO: ''GRECO HA DETTO SCIOCCHEZZE, NON C'ERANO CONFLITTI''. NON CON LUI... - BAZOLI STA PER ANDARE IN PENSIONE (EMERITA) MA PARLA DI ACQUISIZIONI ALL'ESTERO PER BANCA INTESA - SAVIOTTI (BPOP): ''CHIUDEREMO A BREVE CON BPM''
Dagospia - 1. CONTANTI SALUTI ALLE BANCHE MARCE: MIGLIAIA DI PERSONE HANNO TOLTO I RISPARMI DAI CONTI CORRENTI E LI HANNO NASCOSTI IN CASA. CON ESITI A VOLTE DISASTROSI, TIPO I PENSIONATI TORINESI A CUI FINTI IDRAULICI HANNO RUBATO 150MILA EURO NASCOSTI NEL MURO2. ALTRO CHE MONETA ELETTRONICA: FINORA A TENERE I SOLDI IN BANCA SI PERDEVA QUALCOSA, ADESSO SI RISCHIA DI PERDERE TUTTO, COME NEI CASI ETRURIA E BANCA MARCHE3. COSÌ È BOOM DI VENDITE DI CASSEFORTI, ARMADI BLINDATI E PORTA-FUCILI. MA C'È ANCHE UN'IMPENNATA DI FURTI E TRUFFE. ''LA MAGGIOR PARTE SONO ANZIANI'', DICONO I CARABINIERI4. ''LA PRIMA FORMA DI DIFESA È LA RISERVATEZZA. NON BISOGNA MAI RIVELARE LA PRESENZA DI DENARO IN CASA A OPERAI E ASSISTENTI. BISOGNA, INVECE, STABILIRE BUONI RAPPORTI DI VICINATO, IN MODO CHE QUALCUNO SORVEGLI LA NOSTRA ABITAZIONE QUANDO SI È ASSENTI''

mercoledì 27 gennaio 2016

Lyons: L'azionario dei miners in oro e' ora ad un punto di svolta chiave (Analisi dello XAU)


Coi miners in oro ai minimi storici i casi sono due: o falliscono a ruota uno dietro l'altro, coi prezzi dell'oro ancora in calo, o si riprendono e salgono. E secondo me di parecchio pure, visto come sono stati ridotti ai minimi termini. (Terza ipotesi svivacchiano per anni a sti livelli, qualcuno fallisce, le produzioni calano ma tanto la gente non ne vuole .. naaaa).

Ottima l'analisi di questa (o questo?) Dana Lyons ripresa dai Tylers

(...) The bullish scenario would have the XAU break back above the breakdown level and, preferably, back above the short-term tops in December and early January near 49-50. If the index can accomplish this in very short order, it would set up a classic “false breakdown” scenario. That is, a breakdown to new lows that is quickly reversed back above the breakdown level. These setups can lead to explosive and durable rallies as sellers cannot demonstrate the ability to keep prices down at new low levels. In this instance, considering we are talking about “all-time” lows, the pattern could be even that much more significant. And it could lead to the type of rally that gold bugs have been waiting a looong time for. 


Jansen: In Cina chiunque puo' avere un account all'SGE e comprare oro direttamente li. Ecco perche' le stime del WGC sono molto inferiori alla reale domanda cinese d'oro


The main reason there is such a large discrepancy between Chinese gold demand as disclosed by the World Gold Council (WGC) and the amount of gold withdrawn from the vaults of the Shanghai Gold Exchange (SGE), the latter being a measure for Chinese wholesale gold demand, is because of direct purchases by individual and institutional clients at the SGE.

La ragione principale per cui i numeri del WGC sottostimano la domanda cinese d'oro cosi' cospicuamente, dice Koos, e' che le consegne di oro fisico dell'SGE comprendono anche vendite a persone fisiche e clienti istituzionali...


Manly: Piu' della meta' dell'oro da rimpatriare della Buba e' gia' arrivato a Francoforte


Per la serie "ma com'e' andata a finire?", i rimpatri d'oro della Bundesbank. Da Mining:

Gold/Silver Ratio a 80


Chi ci aveva fatto caso? Il rapporto Oro/Argento - prendi il prezzo dell'oro e lo dividi per quello dell'argento: ti da un'idea di quante once d'argento compri, almeno in un "mondo senza attriti", con una d'oro - e' ritornato persino piu' in alto di qualche mese fa: sino a 80 ad 1.


Rusconi: “Siamo seduti su un mondo di carta senza valore”

Dal sito di Blondet, parla Pierre Rusconi, Presidente del Consiglio del Ticino:

“I soldi immessi dalle banche nazionali per rilanciare l’economia non sono arrivati alle aziende che producono e si sono fermati alla finanza che li ha utilizzati in modo speculativo. Allo stesso modo in cui è stato fatto con i subprime nel 2008. Né più, né meno. Si sono gonfiate le borse attraverso un mercato dopato, creando così un’altra bolla”. 
In un’ottica del genere le divisioni che si andranno a creare rischiano di generare un protezionismo insormontabile e persino una guerra mondiale. Il pericolo è inoltre di un rialzo delle materie prime e in particolare delle derrate alimentari. “Storicamente quando ci sono difficoltà di questo tipo i beni di rifugio legati alla sopravvivenza tendono a risalire. Si affamerebbe ulteriormente il terzo Mondo“. 
Per mettersi al riparo da uno scenario apocalittico di questo tipo, Rusconi consiglia di comprare immobili, terreni fisici e oro, osservando come ci sarà un ritorno degli investimenti nei “metalli che fanno da pendant al mercato delle monete”. 
Fonte: Libera Tv e Corriere del Ticino

Non terreni virtuali, eh, terreni FISICI ;D


Barnard: Gli ebrei han rotto il cazzo

Premetto che ho una grande stima per il popolo ebreo, basta guardare la storia della filosofia, della scienza, della letteratura, del cinema ... niente da dire, hanno una marcia in piu', pur essendo una minoranza assoluta hanno dato alla cultura occidentale e al mondo contributi incredibilmente piu' densi e numerosi di quanto sarebbe statisticamente pensabile. Qualche ebreo/a l'ho conosciuto e devo dire che mi son parsi tutti piu' intelligenti e colti dell'italiano medio. Fra l'altro mi fa anche ridere che qualcuno possa pensare che esista una "razza" ebrea, loro che per millenni di vagare per mezzo mondo si sono mischiati con quasi tutte i caratteri genetici del mondo (pure noi italiani non scherziamo fra germanici, mongoli, slavi, arabi e quant'altro). Pensi a Woody Allen, ai Fratelli Cohen, a Mel Brooks, a Charlot ... un'ironia impagabile. Stanley Kubrick, Roman Polansky ... pensi a Eric Fromm, a Sigmund Freud, Philip Roth, Allen Ginsberg, Ayn Rand, Marc Chagall, Modigliani .. Bob Dylan, George Gershwin, Stan Getz .. ad Albert Einstein, a Nils Bohr ... Claude Levi Strauss, Henry Bergson ..

Pero' devo dire che quando lessi questo post di Paolo Barnard non potei che sottoscrivere ogni parola (le ennesime celebrazioni di oggi me l'hanno fatto tornare in mente e ve lo linko):

(...) Con sta storia dell’Olocausto, gli ebrei stanno ricattando tutto il mondo Occidentale, e mettono a tacere l’abominio genocida di Israele sui palestinesi. 
Hanno rotto il cazzo. Sono una razza poco simpatica, che ha certamente il diritto di vivere, ma non di falsificare tutto e di compiere qualsiasi atrocità nel nome del loro vittimismo. 
Mi dispiace scriverlo, ma quando l’ebreo – e solo un ebreo poteva dirlo – Lloyd Blankfein, presidente della più criminale banca del mondo, Goldman Sachs, dopo aver rovinato la vita a 2 generazioni di americani ed europei con truffe da Norimberga, ebbe la faccia da vomito di dire: “Io faccio il lavoro di Dio”, Dio stesso si è finalmente incazzato e gli ha mandato un linfoma. 
Gli ebrei hanno subito persecuzioni e uno sterminio. Certo. Ma anche milioni di indonesiani grazie a Kissinger [ebreo. Er], e cambogiani e sovietici, 11 milioni di congolesi grazie ai belgi, e 200 milioni di sudamericani sterminati dagli spagnoli/portoghesi, e nel XX secolo altri milioni soggetti alle camere di tortura sotto giurisdizione USA con campi di concentramento e sparizioni. Anche un milione e mezzo di armeni, e la stessa somma di afghani sotto i russi, anche innumerevoli milioni di africani (Fondo Monetario), cioè 200 volte l’Olocausto di certo messi assieme. Ma nessuno di questi rompe il cazzo come gli ebrei oggi.

(...) Ma di chi è la colpa se sti ebrei, oggi complici loro stessi del Genocidio palestinese (si legga “Perché Ci Odiano” Rizzoli BUR, Paolo Barnard, 2006, con oltre 250 note), rompono il cazzo a tutti e ricattano tutti? Indovinate? Degli USA.
 
Pochi sanno che fino alla crisi petrolifera del 1973, le Amministrazioni americane non solo non consideravano Israele, ma neppure se ne fottevano dell’Olocausto. Infatti gli ebrei fino a quegli anni non avevano un cavolo di potere quasi da nessuna parte. Dopo la scioccante crisi petrolifera del 1973, quando i Sauditi misero in ginocchio l’America chiudendo i rubinetti del petrolio, Israele divenne la più importante base militare americana del mondo. Solo per quello, e Washington da allora dà un assegno in bianco a sti Sionisti ebrei assassini di sterminare i palestinesi pur di controllare il Golfo. E non solo: gli dà un assegno in bianco di essere le vittime delle vittime di tutto l’universo, intoccabili, feroci. 
Io sono l’autore di documentari RAI sull’orrore dell’Olocausto. Io confermo che l’Olocausto è stato una discesa degli inferi sulla terra. Ma ci sono stati tanti Olocausti, e rileggeteli citati sopra. Perché ricordiamo solo quello degli ebrei? Hanno rotto il cazzo sti ebrei, vittime del mondo. Lo disse per primo a fine XIX secolo il loro padre spirituale e maggior umanista, Ahad Ha'am. L’ha detto il Prof. Solo Baron, eminente storico ebreo, che accusa gli ebrei di avere una “Concezione lacrimosa della storia ebraica ben prima dell’Olocausto”. (...) 

tutto QUI

martedì 26 gennaio 2016

Durden: Diluizione record dell'oro al Comex di NY, 542 once di scommesse per ogni singola oncia di oro fisico in vendita


Nuovo record di scarsita' di oro fisico in vendita al COMEX di New York (ormai quasi solo un mercato di futures, di scommesse con praticamente nulla di fisico come restrostante REALE) dopo un ritiro da 200.000 once oggi (cosi' diceva Jesse, mi pare).


Zero Hedge - Comex Snaps: Gold Dilution Hits Record 542 Oz For Every Ounce Of Physical
Considering there are now less than 74,000 ounces of Registered gold at the Comex, or just over 2 tonnes, we may be about to find out how right, or wrong, the skeptics are, because at this rate the combined Registered vault gold could be depleted as soon as the next delivery request is satisfied. Or isn't.

cioe', gli sono rimaste solo 2 misere tonnellatine in vendita .. daje a ride :D .. piu' che un mercato una barzelletta ormai.

All'SGE ne consegnano 40-60 a settimana

Jesse: L'oro e' in fase "volo verso la salvezza" - Cup & handle?


Bella prova di un po' tutti i metalli preziosi oggi (pure per il rame). Oro su di altri 10 a 1120 ed oltre. Argento a 14,50 (qui si ferma un po' mi sa, come 1 mese e mezzo fa). L'oro invece mi pare che potrebbe salire ancora un pajo di deca tranquilli prima di arrivare a quote critiche ... 

Zio Jess
Maybe not so much in the US where the people are still largely unaware of most global financial events and currencies, and certainly of the historical role of gold. 
But the strong upward correlation of the US Dollar and Gold of late are evidence of a strong 'flight to safety' trade. 

Jesse qui parla della correlazione Oro-USD. Beh, di solito se uno scende l'altro sale e viceversa. Ora invece entrami stanno salendo. Segno, evidence, che siamo in un forte momento di "flight to safety". 


Jesse (Laird): Cambiamento del prezzo dell'oro dal 2000 ad oggi in giro per il mondo


Maloney: Grossi ordini di bullion, piu' grossi del solito. Chi sono i grossi compratori che stanno entrando nel mercato?


Mike dice che gli stanno entrando degli ordini grossi .. a voi decidere se e' pubblicita' o meno. O tutt'eddue le cose assieme, gli arrivano ordini piu' grossi E si fa pubblicita' per vendere ancor di piu' (la carestia di bullion pare passata quindi, quella di qualche mese fa. Almeno per ora)

Gundlach bastona Yellen: "Il mercato vi umiliera'"


Gundlach deve proprio averen avuti pieni i @*€n$ jeri per fare un'uscita del genere. 

In just 44 somewhat anger-and-frustration-filled seconds, DoubleLine's bond guru Jeffrey Gundlach unleashes some very uncomfortable truths on Janet Yellen and the "idiots" at The Fed... "they have got to dial this [hawkish] rhetoric back or the markets are going to humiliate them."

Ovviamente umiliera' la Fed nel senso che crollera' ancora (maledetta Fed, che fai, dopo decenni abbandoni gli amici al loro destino? ;D)

Barrai: Comunque vada saran profitti per il sistema bancario. Firmato Costamagna (Goldman), Draghi (Goldman), Serra, Renzi


Ma senti cosa racconta Barrai
(...) IL GOVERNO NEI MESI SCORSI HA MESSO UN UOMO DELLA GOLDMAN SACHS A CAPO DELLA CASSA DEPOSITI E PRESTITI... COSTAMAGNA... SARA' LUI' L'UOMO CHE SALVERA' IL SISTEMA BANCARIO DAL BAIL IN..... E IL POTERE RIMARRA' IN MANO A RENZI AL 100% .. E ALLA BCE DEL COMPAGNO DRAGHI 
La bad bank come sapete, se garantita dallo stato, cozza contro le normative europee per gli aiuti di stato: del resto cosa può essere più aiuto di stato che “Comprare” dei debiti marci dalle banche con i soldi pubblici per poi rivenderli ad un prezzo conveniente ad altri e se va male paga il cittadino' 
A bruxelles e in italia si stanno pensando formule IBRIDE..che aiutino il sistema italiano bancario a non saltare .. E qui arriva COSTAMAGNA E LA CASSA DEPOSITI E PRESTITI una entita' destinata a essere considerata spazzatura schifosa.. in quanto raccoglie denaro sano con i buoni postali a tassi ridicoli fottendo il risparmiatore... permette di nascondere la merda sotto il tappeto e di non far sbattere in progione banchieri assassini... compra merda e sposta di anni le perdite del sistema bancario 
Ripulire i bilanci delle banche che si potranno gonfiare di profitti QUESTA E' LA LEGGE E questo permettera' a tutti di essere contenti..a partire dalla speculazione in svizzera che potra' acquistare azioni bancarie e lucrare profitto senza pagare il capital gain (....)

Un altro goldmaniano? Non sapevo. Qualcuno mi linka qualche conferma? .. azz, spuntano come i funghi dopo la pioggia. Sara' che sono competenti (giubilate quindi! Baciatevi i gomiti che ne abbiam tanti a "curarsi" di noi e della nostra povera patria) 

tutto QUI



Aggiornamento

Va beh, se aspetto voi .. da Wiki:


Nel 1988 entra in Goldman Sachs, inizialmente come responsabile investment banking Italia, per poi diventare responsabile Italia e Chairman di Goldman Sachs SIM SpA. 
Nel 1999 viene nominato co-head della divisione investment banking per l'Europa, Medio Oriente ed Africa e membro dello European Management Committee e del Global Partnership Committee. 
Infine, tra il 2004 e 2006 – anno nel quale lascia il gruppo - ricopre il ruolo di presidente della divisione investment banking per l'Europa, Medio Oriente ed Africa.

Bocconiano, GS .. una garanzia, direi. 

PS: Dai, adottiamolo questo cazzo di neurone. Vogliamo credere che sia "un uomo competente al posto giusto"? Competente sicuramente. Ma per chi lavorera'? Per gli italiani, per l'Italia? Uno che era pure nel CdA del Sole, giornale di una confindustria multinazionalizzata? 

Fra l'altro io questo famoso neurone dico di adottarlo un po' sarcastiamente ma di base come una cazzo di speranza: sveglia! Non come un'offesa, come pensa chi, forse, ha la coda di paglia. 

Vendite d'auto in USA e Cina in questi ultimi anni

Mi fa sorridere vedere grafici come questi, sulle vendite di automobili negli USA (da zio Zib), trattasi di bollona del credito/debito come pure quella sui prestiti agli studenti, in bello stile subprime) ...



.. o in Cina ..


.. e poi sentire che platino e palladio (utilizzati per una grossa fetta delle nuove produzioni minerarie mondiali in marmitte catalitiche) sono in crollo per via dell'outlook sulle vendite di auto nel mondo. Cazzo, devono prevedere proprio una sparizione di meta' dell'umanita' in un buco nero.