Ovvero: Pararsi un po' il cul* in questo pazzo pazzo mondo di carte filigranate, iperfinanza globalizzata e picco delle risorse

martedì 30 giugno 2015

Bagnai su Grecia, balle reiterate e coglioni rintronati dessinistra

Splendido. Fantastico quando dice alle maestrine che si lamentano ora che Renzie le ha graffiate un po' "ma dove cazzo eravate quando la gente si impiccava, quando gli imprenditori si impiccavano?". Alla faccia di chi dice che "parla troppo forbito", "nun se ccapisce" ...




Mi permetterei solo di correggere i "coglioni col Manifesto in tasca" con un "i coglioni con Repubblica sotto braccio" :) .. ne conosco, uuuuuu se ne conosco...

PS: Bravo ancora Messora, gli devo proprio una donazione

lunedì 29 giugno 2015

Lafontaine: Si fotta l'imperialismo USA


Mentre si aspetta di vedere domani l'entità del macello seguente il quasi certo, ulteriore default greco, con file in grecia agli sportelli bancari e agli ATM ma persino alle pompe di benzina e nei negozi e supermercati e notizie di Pireus Bank chiusa per una settimana, 60 euro di massimale ritirabile dagli ATM al giorno e mercati azionari chiusi domattina ... un importante politico tedesco, Oskar Lafontaine, se ne esce con niente meno - parafrasando la Nulan che fu intercettata mesi fa a dire "fuck the EU" a proposito della sostanziale invasione USA dell'Ucraina e delle possibili conseguenze per gli europei - che un bel " ... si fotta l'imperialismo USA"

"Pericolo" Grexit, banche chiuse, macelli azionari globali ... e i metalli languono

Cheddire? Prendo atto che in uno scenario da Grexit, default, mercati azionari globali in crollo, potenziale fine dell'euro (mi sa che i nostri popoli del sud pregheranno di essere sodomizzati a vita piuttosto che uscire .. pensa com'ha martellato bene la propaganda, com'è facile prendere in giro la gente per anni, lustri e decenni senza che questa si renda nemmeno conto di quello che è successo), ecc.. i metalli languono, l'argento addirittura scende un po', per non parlare di platino a quasi 1000 dollari l'oncia (!!) e palladio che pure lui pare che nessuno lo voglia ... mah!


Borghi su Euro, Grecia, Grexit, Italia, propaganda varia e come banalmente funzionano davvero le cose

Claudio intervista Claudio


St.Angelo: I primi 5 produttori d'oro al mondo hanno visto raddoppiare i loro consumi di diesel in meno di 10 anni


Steve St.Angelo ci mostra la sua tavola aggiornata sull'andamento della quantità di benza (diesel) che i primi 5 gold miners al mondo hanno dovuto bruciare negli ultimi anni ...

domenica 28 giugno 2015

Intervista a Blondet sulla situazione internazionale

Non c'entra praticamente niente con le questioni monetarie e/o di risorse che vogliono essere il tema di questo blog, ma visto il bombardamento continuo di mezze verità e storpiature varie a cui siamo sottoposti da una vita un po' di info e informazioni meno parziali e propagandistiche di quelle dei media mainstream fa bene al cuore

Andamento storico dei possessi d'oro Statunitensi

Jesse ci fa notare come al solo SGE, l'exchange d'oro fisico di Shanghai (Cina) è stato ritirato negli ultimi 7 anni tanto metallo giallo ...

 

martedì 23 giugno 2015

Durden: Le Multinazionali vincono ancora, il Senato passa il Fast Track per l'"ObamaTrade"


"Pare che i TTP, TTIP, e TiSA non siano per niente trattati internazionali sul "libero commercio" che libererebbero le imprese e gli permetterebbero di vendere all'estero (già ci hanno ampiamente pensato i trattati degli ultimi decenni a quello. Er).

Sono invece trattati che liberano le Corporation Multinazionali dalle regolamentazioni dei governi, regolamentazioni necessarie per proteggere l'economia locale, la gente e l'ambiente.

Sono trattati che preservano i monopoli privati e limitano la concorrenza che a questi può fare il settore pubblico.

E sono trattati che porteranno le cause legali ad essere decise offshore, in tribunali sostanzialmente privati (!!!)"

Lyons: Il complesso industriale chiave dei metalli sta cascando a pezzi


Probabilmente il tempo di investire in azioni di compagnie minerarie non era ancora maturo. Probabilmente vedremo altri cali, come anche nel petrolio, prima che l'importanza vitale di queste risorse per la nostra civiltà industriale torni ad essere riconosciuta, in questo mare di finanza fatta di banche centrali e news e pseudonews tradate da "masters of the univers" più o meno veri (le colossali banche Too Big To Fail) e più o meno patetici (tanti piccoli e medi trader che magari si raccontano guardandosi allo specchio di essere Dei).

Il fatto che tutte le commodities siano in calo da anni (mettiamo ci dentro anche oro e argento, dimenticandoci delle loro caratteristiche storiche di moneta) comunque la dice lunga su quanto sia vera la storia della recovery, della ripresa mondiale. Si, può darsi che subito dopo il macello del 2007-8 le commodities siano finite un po' in bolla, ipercomprate, ma alla fine dei conti sono queste la vera ricchezza del mondo, subito dopo i prodotti dell'agricoltura e dell'allevamento - the fat of the land - tutto il resto è ricchezza secondaria, i prodotti dell'industria che usiamo tutti i giorni e ancor di più, molto ma molto di più, tutte le rappresentazioni della ricchezza che usiamo, dal denaro, di carta o di bit, sino ai debiti e ai derivati finanziari.

E' anche vero che questi in cui vivamo ora sono gli anni che probabilmente segneranno nella storia dell'umanità il Peak Everything, il picco di produzione di praticamente tutte le commodities non rinnovabili del pianeta, il che vuol dire che non se ne è mai prodotto tanto (e che in futuro non si tornerà mai più a produrne tanto) di questo o quel metallo .. aggiungi un rallentamento dell'economia globale e la frittata è fatta per i prezzi di breve-medio periodo. Diverso il discorso per il futuro più o meno remoto, quando le produzioni minerarie cominceranno a calare globalmente (se non sono già in calo oggi), complici i cali delle concentrazioni nelle rocce rimaste e l'energia sempre meno a buon mercato necessaria per estrarre i preziosi metalli rimasti.

lunedì 22 giugno 2015

Jesse: Debito. Un altro modo per dire Guerra e Impero

Jesse's Cafè Americain - Debt, War and Empire By Other Means
19 June 2015

Il video in fondo a questo articolo può aiutare a capire alcune delle richieste apparentemente più ottuse da parte della Troika nei confronti della Grecia.

Il video è vecchiotto ma lo schema del debito che descrive è rimasto sostanzialmente sempre lo stesso. Lo sviluppo principale che si è avuto è che da allora è stato avviato un esperimento chiamato Unione Europea ed è cambiato anche il tipo di target, di obiettivo, di preda. Si potrebbe guardare anche alle guerre di "intervento preventivo" e alle "rivoluzioni colorate" con cui vengono messi al potere dei regimi fantoccio se si vogliono altri esempi contemporanei di spoliazione economica.

Dai tempi in cui i candidati alla schiavitù per debiti erano quasi sempre paesi piccoli e del Terzo Mondo si è passati a piccoli paesi dell'Occidente sviluppato, i più vulnerabili della periferia.

Ed anche le popolazioni delle potenze monetarie - gli Stati Uniti, la Germania e il Regno Unito - cominciano a sentire il pungiglione della finanziarizzazione, dell'imposizione del debito attraverso l'uso delle crisi, e dell'austerità.

Rogers: L'oro potrebbe scendere ancora, allora tornerò a comprarne, parecchio

Intervista audio di Chris Martenson a Jim Rogers:


sabato 20 giugno 2015

La neo-isola costruita nel Mar Cinese del Sud: una fattoria?


Beh, che dire, anche i cinesi sanno bene cos'è la propaganda e la manipolazione delle menti ... anche se allora avrei messo delle belle signorine in bikini o abito da contadina invece che in divisa della marina! ;)

Nazioni Unite: Popolazione mondiale a 10,85 miliardi per il 2100


Vi volevo mostrare questa mappa del mondo per popolazioni disegnata come scenario per 2100 da niente meno che le Nazioni Unite. (clicca QUI per una versione più grande e leggible)

Intervista a Sir James Goldsmith del 1994



"C'è stato un divorzio fra le più grosse Corporations e la società. Una volta si diceva, ed era probabilmente vero, che quello che era buono per General Motors era buono anche per gli Stati Uniti. Questa cosa non è più vera."


Jansen: L'oro in custodia alla BoE è calato di 351 tonnellate in un anno




giovedì 18 giugno 2015

Durden: cos'è successo l'ultima volta che il bilancio della Fed ha raggiunto il 25% del PIL USA


Zero Hedge - What Happened The Last Time The Fed's Balance Sheet Hit 25% Of GDP
Submitted by Tyler Durden on 06/16/2015

Da quando la Fed ha lanciato la sua furia senza precedenti di monetazizzazione del debito non sterilizzata conosciuta sotto il nome di quantitative easing - il tutto condito da sette anni di tassi d'interesse a zero - c'è stata molta confusione su come la Fed pensa di raggiungere due scopi gargantueschi:

1) arrivare ad alzare i tassi
2) ridurre la quantità di holdings che ha accumulato sul suo bilancio.

Le perplessità, secondo l'opinione diffusa, sono ingrandite da discorsi su come "non è mai stato fatto prima".

Beh, l'opinione diffusa si sbaglia: qualcosa del genere è già stato fatto prima. La ragione per cui nessuno nel vuole parlare è perchè finì in un disastro epico.

Dove e quanto ha investito la Cina nel mondo (2005-2014 edition)

Interessantissima grafica da VisualCapitalist su come e dove hanno reinvestito i cinesi la colossale massa di dollari che hanno accumulato in quest'ultimo decennio, essendo diventati "la fabbrica del mondo":


Clicca QUI per una versione gigante leggibile.

mercoledì 17 giugno 2015

Bagnai a Radio Padania

Bella intervista ad Alberto Bagnai su Radio Padania. Il prof rissume in ciclo di Frenkel in maniera chiarissima all'inizio, parla di Grecia e Tsipras, di BCE ed UE sino ad arrivare a parlare di come l'Euro sarebbe secondo lui un progetto americano e come si sta pericolosamente sottovalutando il pericolo di una terza guerra mondiale.

Prima un riassuntino delle puntate precedenti fatto oggi da Cardenà:
In caso di uscita della Grecia dall’euro sarebbero molti i soldi prestati che non rientrerebbero più nelle casse dei creditori.

Si stimano infatti 52,9 miliardi di prestiti bilaterali erogati direttamente dai Paesi dell’area euro e 141,8 prestati indirettamente attraverso il Fondo salva Stati.

Oltre a questi c’è l’Fmi che ha prestato 21,1 miliardi e la Bce che è esposta per 27 miliardi verso la Grecia e per oltre 100 miliardi verso il sistema bancario ellenico.
con questi numeri si può "gustare" meglio la parte iniziale del suo discorso su come anche il "salvataggio della Grecia" non è stato altro che un salvataggio di banche tedesche e francesi che si erano buttate assolutamente irresponsabilmente in prestiti in Grecia a famiglie ed imprese (e non allo stato) e quando le cose hanno preso una brutta piega tutti i poteri dell'Unione ed oltre si sono mossi per socializzare le loro perdite accollandole ai cittadini europei, agli italiani nella maniera più iniqua possibile fra l'altro.



Durden: Ecco uno dei problemi dell'austerità

martedì 16 giugno 2015

St.Angelo: Le compagnie in argento primario continuano a perdere soldi anche dopo il dimezzamento del prezzo del petrolio

Il buon Steve St.Angelo s'è spulciato i doc trimestrali di una dozzina dei principali miners in argento primario (vuol dire che sono compagnie che sull'argento ci campano proprio, non come altre per le quali l'argento è solo un sottoprodotto di altri minerali/elementi) ed ha dedotto che anche col dimezzamento del prezzo del petrolio degli ultimi mesi e nonostante i tagli a ricerca e sviluppo e l'high grading (lo scavare solo le zone delle loro miniere in cui il metallo è più denso .. o meno rado, diciamo), non riescono ancora a stare in attivo con l'argento a prezzi così bassi (16 USD/oz oggi).
SRSRocco Report - Top Primary Silver Miners Q1 2015 Results: Still Losing Money Even With Lower Costs
By Steve St.Angelo on June 15, 2015


Indovina quale stato del Medio Oriente ha decapitato già 100 persone da inizio anno


Però, che bravi i Sauditi, hanno già superato quota 97, i decapitati di tutto il 2014 ...

Spunto di riflessione: Che fu l'IRI? Perchè fu creato?


Parallelismo fra quello che fece il fascista Mussolini e il democratico Roosevelt (Franklin Delano) nei primi anni 30, dopo il famosissimo crollo di borsa del '29? (Crollo avvenuto guardacaso pochi anni dopo l'istituzione della Fed, la banca centrale americana, per volontà delle banche, per avere un ente semi-pubblico che gli salvasse i ciapp quando le loro scommessone finivano in vacca).

Bank of China entra a far parte del "meccanismo di scoperta del prezzo" di Londra


Bullion Star - Bank Of China Joins LBMA Gold Price (London Gold Fix)
By Koos Jansen. Originally published by the LBMA.
Martedì 16 giugno 2015. LBMA Gold Price - Bank of China joins as new participant

L'LBMA (London Bullion Market Association, Er) è oggi felice di annunciare che Bank of China è stata approvata dalla ICE Benchmark Administration (IBA) come partecipante al processo di aste che determinano il prezzo dell'oro dell'LBMA, amministrato dall'IBA.

Il 20 marzo 2015 l'IBA ha con successo effettuato il passaggio dell' LBMA Gold Pricead un processo elettronico di aste trasparente e amministrato in via indipendente, rimpiazzando in questo modo l'originario London Gold Fix, così come era stato stabilito originariamente nel 1919.

L'aggiunta di Bank of China porta il numero totale di attori diretti che al momento partecipano al processo delle aste ad otto: Barclays Bank, Bank of China, Goldman Sachs International, HSBC Bank USA NA, JP Morgan, Societe Generale, The Bank of Nova Scotia – ScotiaMocatta e UBS.

lunedì 15 giugno 2015

TTP, TTIP per dummies, a fumetti (in inglese)

Carino questo fumetto di 27 pagine riportato dai Tylers su Zero Hedge che spiega come dietro i vari accordi globali "sul free trade", sul "libero commercio" si nascondono invece, da decenni, grossomodo dagli anni '80, gli interessi delle multinazionali e dell'iperfinanza globale (dovrebbero leggero soprattutto i liberomercatisti/liberisti/austriaci/scioltacivicisti italiani, che, provincialissimi, pajono ancora rimasti alla retorica da magnifiche sorti e progressive degli anni '80 reganiani e thatchetiani). Ne riporto solo una pagina, chissà che a qualcuno che sa l'inglese almeno un po' non venga la curiosità di leggersi tutto su Zero Hedge (sono interessanti soprattutto le ultimi pagine).

domenica 14 giugno 2015

C'è davvero più oro che argento disponibile in superfice !?

Ok, l'avevo promesso, ecco il post su se/come l'argento è/sarebbe più raro dell'oro. Non va presa letteralmente questa cosa, nella crosta terrestre l'argento è dato quasi da tutti gli autori in cui sono incappato in questi anni sui 12-17 volte più abbondante dell'oro ... anche se a fare il rapporto fra argento ed oro prodotti effettivamente annualmente dall'attività mineraria globale si direbbe che siamo più su un 10 ad 1 se non persino meno... per l'esattezza 9,3 volte. Abbiamo infatti 854 milioni di once d'argento prodotte nel 2014 pari a 26.600 tonnellate contro 92 milioni di once d'oro, pari a 2860 tonnellate d'oro prodotte da miniera nel 2014. 26.600/2860 = 9,30.

I sauditi bombardano San'a, patrimonio dell'umanità

La sentiremo, questa, nei tg mainstream della sera?


beh, vedi, sarà stato un caso .. "c'è stata un'esplosione ..", ecco tutto. Sarà stata una bombola di gas casalinga collegata male .. tutte fantasie dei Tylers di Zero Hedge (psyop russo!) ... se decapita gente ISIS è un orrore, se lo fanno i sauditi non lo vieni neanche a sapere (sono amiconi degli americani sin dai tempi di Roosevelt), immagino che anche questa news sarà passata di corsa, se la taceranno proprio di pacca.

Io impiccherei chiunque distrugge monumenti del passato di questo livello... ma per i nostri media pare che la cosa sia degna di essere resa pubblica (incitando ad un giusto odio) solo se a farlo sono i nemici del Pentagono (almeno, gli ex-"amici" o ex-alleati, quelli che si sono allargati troppo rispetto al ruolo che il pentagono aveva in testa per loro).

Durden: l'IMF dice che continuerà a prestare all'Ucraina anche dopo un default. Perchè questa è una brutta notizia per le riserve auree greche


Zero Hedge - IMF Says It Will Continue Lending To Ukraine Even After A Default, And Why This Is Bad News For Greek Gold
Submitted by Tyler Durden on 06/13/2015

Con la delegazione di Tsipras al lavoro disperatamente a Bruxelles in cerca di un accordo dell'ultimo minuto per preservare le "linee rosse" sulle pensioni greche, per non parlare della permanenza stessa della Grecia nell'eurozona, è l'IMF (FMI) stesso ad essere diventato l'ostacolo maggiore al raggiungimento di un accordo perchè anche se la Commissione Europea è pronta a differire i tagli da 400 milioni di euro alle piccole pensioni greche se la Grecia ridurrà di una cifra analoga le sue spese militari (e i famosi sottomarini ordinati in Germania che fine hanno fatto? Er), l'IMF ha prontamente affondato questa ipotesi, almeno secondo FAZ.

Procede spedito il progetto texano di trasferire il proprio oro dalla Fed sul suolo "patrio"

 

E ci hanno messo veramente poco i texani a passare dalle parole ai fatti:

Zero Hedge - Writing's On The Wall: Texas Pulls $1 Billion In Gold From NY Fed, Makes It "Non-Confiscatable"
Submitted by Tyler Durden on 06/13/2015

La mancanza di fiducia nell'affidabilità delle banca centrali pare che stia dilagando (soprattutto la Fed ma anche la Bank of England, Er). Prima la Germania (veramente prima il Venezuela di Chavez, Er) poi l'Olanda, poi l'Austria.. e adesso il Texas ha reso operativa la legge che prevede il rimpatrio di 1 miliardo di dollari in oro dalla Fed di New York. L'oro sarà trasferito in una nuovo deposito blindato sul suolo dello stato.

sabato 13 giugno 2015

E' Deutsche Bank la prossima Lehman ?


Zero Hedge - Is Deutsche Bank The Next Lehman?
Submitted by NotQuant.com on 06/12/2015

Guardando indietro al collasso della Lehman Brothers nel 2008 è impressionante quanto tutto successe velocemente. A posteriori si può dire che ci furono diversi segnali d'allarme ma l'imponenza del disastro si sviluppò pubblicamente solo negli ultimi momenti prima che fosse evidente che Lehman era fatta, era finita.

Allo scopo di disegnare un parallelo ripercorriamo prima gli eventi del 2007-2008:

Ci furono diversi fatti che indicavano in che situazione critica versava Lehman. Gli insiders però sapevano benissimo quello che stava succedendo: alla fine del 2007 Goldman Sacks piazzò una massiccia scommessa (proprietary bet) contro Lehman che è diventata famosa internamente come il "big shot", il grosso colpo, il grosso sparo (si tratta di una scommessa che avrebbe portato a profitti poi durante la crisi).

venerdì 12 giugno 2015

Grecia: Richieste e previsioni


Mentre il Sole24Ore ci ricorda ancora una volta che disastro sarebbe (come se quello che è successo negli ultimi anni fosse invece tutto un sorridersi d'eventi)..

Durden: L'Islanda ha messo in galera i suoi banchieri e ha lasciato fallire le banche. Che è successo dopo in 3 grafici


Zero Hedge - Iceland Imprisoned Its Bankers And Let Banks Go Bust: What Happened Next In 3 Charts
Submitted by Tyler Durden on 06/11/2015

Quest'anno l'Islanda diventerà il primo paese europeo colpito dalla crisi nel 2008 che sarà risalito a livelli di produzione pre-crisi. Alla facciaccia del suo trattamento riservato agli scellerati banchieri, al sistema bancario e ai suoi cittadini rispetto all'analogo trattamento ricevuto dai rispettivi in America (o nel Regno Unito), la Terra dei Ghiacci ha dimostrato che esiste un'opzione diversa (e migliore) al doga occidentale imperante.

Per quanto le sue scelte siano ripugnanti per le teste pensanti mainstream e per i clown keynesiani (questo lo dicono i Tylers, che sia "keynesiano" salvare le banche, credo che i keynesiani titengano keynesiana la spesa pubblica .. ma non per salvare banche!. Er) coi loro discorsi di macro-economia e i loro infiniti controfattuali, l'Islanda è arrivata a quel bivio ed ha preso l'altra strada...

giovedì 11 giugno 2015

L'oro consegnato a New York rispetto all'oro consegnato a Hong Kong

Gold Bars


L'India pare avviata verso un nuovo record di import d'argento: il 30% della produzione annuale globale



The Economist: Ocio!

o-ooo .. pare che anche all'Economist si siano accorti che non c'è stata nessuna vera ripresa .. cioè, che potrebbe essere in agguato una nuova "crisi" più grossa di quella del 2008 (così possono raccontare che non si sono contraddetti dicendo che c'era la ripresa, se l'hanno, come immagino, detto e ridetto in questi anni):


si sisssi, mi sa tanto che altro che rialzo dei tassi USA.. qui mi pare che tutta la finanza dica a chiare lettere: "non ci provare neanche Janet!"

Addio Euro a meno della parità col Dollaro, benvenuto euro a 1,25 e forse di più ... mme sà ... mme sbajerò ...

Ricchezza delle famiglie americane a 99.000 miliardi, per 2/3 asset finanziari

I Tylers ci raccontano come la ricchezza degli americani (si parla delle famiglie, non delle corporations) ha raggiunto un nuovo record grazie un ennesimo aumento della ricchezza finanziaria da 1,1 trilioni di dollari (o 1.100 miliardi se preferite) durante il primo trimestre 2015. In buona sostanza si tratta di aumenti delle quotazioni dell'azionario (Dow, S&P), ma non solo. In totale la "ricchezza" degli americani ammonterebbe ora a 99 Trilioni di dollari.

Mi pare interessante questo spaccato:

 

A quale corporation appartieni?

Secondo i Tylers ormai il "We the People", "Noi il Popolo [degli Stati Uniti]" della costituzione americana è diventato "We the Corporations" e quindi pare giusto studiarsi un po' quali corporation sono le più importanti stato per stato.

 
clicca QUI per una mappa gigante
 

Ucraina, Russia, TTIP, TTP, Big Pharma, .. tutto pur di far contenti i padroni del vapore transatlantici


Ho l'impressione che sempre più gente traduca o sviluppi i link che danno i Tylers. La cosa mi piace, son contento. Si parla di politici ed economisti europei che ritengono che l'Europa sia troppo schiava del volere degli americani su questioni pericolose come l'attacco alla Russia che va avanti da anni (o decenni?), di come gli ucraini, anche loro, se la stanno prendendo sonoramente in culo da quando sono slittati nel "mondo libero", di come anche l'Italia cistia perdendo soldi per colpa delle sanzioni volute dagli americani contro la Russia di Putin .. sino a parlare di come ci sia Big Pharma USA fra i redattori del TTP USA-Asia/Australia

martedì 9 giugno 2015

Limes: Al golpe! Le ragionevoli paranoie di Erdoğan in Turchia


Beh, si, Putin non è proprio il mio ideale, Saddam Hussein neppure, Gheddafi neanche, ecc.. ma a nessuno viene mai il dubbio che forse anche da noi (udite udite!) c'è una propaganda incessante e martellante? Vedete per esempio ora il caso turco di Erdohan. Se vi basta ascoltare come i tg ci spiegano che è cattivo, antidemocratico (e fra l'altro gli puzzano anche le ascelle), bene. Se invece volete approfondire un pochino le tante sfaccettature della realtà e scoprire diverse cosucce che i tg non vi racconteranno mai vi consiglio, per esempio, questo articolo:
 

Antidiplomatico: è uscita la nuove versione del Risiko. Ecco le regole base


Da L'Antidiplomatico, @Tenebroso

Il gioco del risiko (politically correct)

1) Prima di dichiarare guerra a un paese, bisogna chiedere l'egida dell'ONU. Appena te la rifiuta puoi attaccare.

2) Se possiedi tutta la Russia, la Crimea è in omaggio.

3) Gli obbiettivi sono ridotti a due. Puoi combattere per il petrolio, oppure per aiutare gli "amici americani". Entrambi figurano sotto il nome "portare la pace in quel paese devastato dalla dittatura".

4) Se chi si difende con 3 carri armati fa tre sei, chissenefrega. Noi ci abbiamo gli ICBM (missili balistici intercontinentali)

5) Il gioco dura circa 4 ore, anche se con le giuste richieste al senato può arrivare a durare più di dodici anni.

6) Anche se conquisti il mondo, il gioco non finisce (decr. min. 35/7 per la salvaguardia della lobby delle armi)

7) Il terrorismo non vale. I posti nelle carceri di Guantanamo sono già tutti occupati.

8) Devi attenerti alla Convenzione di Ginevra, oppure dichiarare "Oooh! Non lo sapevo! Non me l'avevano detto!"

9) Per chi viene attaccato e vuole sopravvivere può usare la carta con la foto di Renzi "Governo Fantoccio!" Verrà dichiarato presidente a vita, avrà la elezioni garantite dal sistema di controllo dell'ONU controllato dagli "amici americani".

10) Inutile decidere chi comincia, tanto partono prima gli USA.

Affrettati, LUI l'ha già comprato.

Ex-funzionari dei servizi USA: Un rapporto del Pentagono prova la complicità statunitense nella creazione di ISIS


Quanto sentiremo parlare di queste notizie sui nostri media di massa? E' ormai praticamente ufficiale, per chi si sa e vuole informare, che lo Stato Islamico sarebbe stato finanziato ed armato dagli Stati Uniti in funzione anti-Assad in Siria, nonostante si fosse ben consapevoli che la cosa sarebbe potuta sfuggire di mano, cosa che infatti si è puntalmente verificata (un po' come i finanziamenti ed armi ai mujahedin nell'Afghanistan degli anni '80 invaso dai sovietici). Il pentagono già nel 2012 era arrivato ad ipotizzare che IS sarebbe poi stata facilmente in grado di conquistare parecchie città anche nel nord dell'Iraq oltre che nel nord-est della Siria. Secondo il famoso "spifferatore" del Pentagono dei tempi della guerra del Vietnam, Daniel Ellsberg, è tutta "politica imperiale standard" di divide et impera, in questo caso fornendo "carote", sotto forma di cash ed armamenti vari, ai fondamentalisti siriani.

Nuovo record di Maple Leaf d'Argento venduti dalla RCM nel primo trimestre 2015

Steve St.Angelo ci fa sapere di un nuovo record di vendite di "foglie d'acero" (maple leaf), le once d'argento purissimo della Zecca Reale del Canadà: 8.900.000 pezzi nel primo trimestre del 2015. Potrebbe essere l'anno in cui le vendite stabiliscono un nuovo record storico e magari si supereranno i 30 milioni di pezzi targati 2015?


.. mi domando se/quando verrà il giorno in cui smetteranno di coniarli .. non perchè immagini che nessuno li vorrà compratre, anzi, per l'esatto contrario.

E' nato il PetroYuan: Gazprom ora si fa pagare il petrolio che vende ai cinesi in Yuan


Mai sentito parlare di PetroDollaro come nuova valuta di riserva mondiale dopo il taglio del legame fra Dollaro e Oro nel 1971 e fine degli accordi di Bretton Woods? Beh, pare ci sia qualche novità:

Zero Hedge - The PetroYuan Is Born: Gazprom Now Settling All Crude Sales To China In Renminbi
Submitted by Tyler Durden on 06/09/2015

Gazprom ha confermato che è dall'inizio dell'anno che si fa pagare le sue vendite di petrolio ai cinesi in Yuan Renminbi.

Jesse: Il fenomeno monetario globale che praticamente nessuno sta discutendo seriamente


Questo di Jesse è secondo me uno di quei postoni fondamentali se vuoi capire in che mondo vivi. L'eurozona come test per gli sviluppi futuri del governo unico mondiale non scherza niente.


lunedì 8 giugno 2015

Cosa sarebbe stata la Fed secondo illustrazioni dell'epoca della sua istituzione

.. e cioè un regalo colossale alle grosse banche private di New York.

Ecco alcune vignette di più di 100 anni fa, di poco prima che fosse istituita la Fed, quando l'Aldricht bill era ancora in discussione in parlamento.

giovedì 4 giugno 2015

Il CEO dalla First Majestic Silver scrive alla CFTC

Il CEO della First Majestic Silver - una delle più grosse compagnie minerarie in argento primario al mondo - scrive alla CFTC (Commodity Futures Trading Commission, l'ente statunitense supposto controllore dell'integrità dei mercati dei futures) per chiedere se per caso hanno la testa infilata nel culo visto che non notano niente di anomalo nei mercati dei metalli preziosi (leggi: manipolazione dei prezzi)


leggi tutto dai Tylers

Video: Schiff e Maloney parlano della situazione negli States

Intervista (? discussione) fra due venditori di bullion (QUI la trascrizione se volete seguire un testo sentendo il video e ripassare un po' il vostro inglese) sulla fittizia ripresa USA



Direi che la cosa più interessante è quando dicono che forse, nonostante tutti credano nel Re Dollaro ora, il dollaro si indebolirà: con una ripresa che non c'è, la gente che non ha soldi da spendere, livelli di debito mai visti, debito per comprarsi un'auto, per studiare, per comprare casa .. un sacco di indici (vedi video) parlano di recessione, altro che, e forse col piffero che la Fed alzerà i tassi, anzi. Chissà che non arrivi il famoso QE in cui i soldi li danno direttamente alla gente così possono spenderli in beni di consumo delle corporations .. e allora, beh, ci vediamo nella Repubblica di Weimar, come dicono i Tylers.

1 anno di produzione mondiale d'oro e d'argento visualizzate

Infografica da Mining.com realizzata, a quanto pare, da VisualCapitalist. Riporto un pajo di immagini ..


 1 Anno di produzione mondiale d'Oro

mercoledì 3 giugno 2015

Durden: Email hackate rivelano Soros come burattinaio ucraino


Mah, io non ci credo, dai, è pazzesco, è puro complottismo ;) .. puro psyop come piace chiamarlo a qualcuno (che poi è sempre la solita vecchia propaganda).. propaganda russa ovviamente. eh!

Zero Hedge - Hacked Emails Expose George Soros As Ukraine Puppet-Master
Submitted by Tyler Durden on 06/01/2015

Pochi giorni appena dopo che George Soros ha ammonito dell'imminenza di una Terza Guerra Mondiale se Washington non si fosse arresa all'inclusione dello Yuan Renminbi cinese nel basket valutario dell'IMF (gli SDR del Fondo Monetario Internazionale), il collettivo di hacker CyberBerkut ha smascherato il miliardario come il puppet-master degli eventi ucraini degli ultimi anni.

Il debito globale è cresciuto di 57 trilioni di dollari dal 2007

e annamo bbene, propio bbene
© Sora Lella
mckinsey debt world 2000 2007 2014

Cheddire? Forse che il prezzo del barile a "solo" 50-60 dollari potrà magari fare andare avanti la carretta per qualche anno ancora. Signori, non so voi ma a me 'sti numeri fanno pensare a quando uno fa un bel frontale ai 140 all'ora. Cioè, agli istanti prima dell'impatto. Speramo bbene che me sbajo.

Faccio solo notare che quando si dice debito si pensa subito al debito pubblico (chissà perchè, eh) ma secondo McKinsey è solo il 29% del debito totale, quello delle corporations è quasi pari e a seguire quello finanziario e solo per ultimo quello delle famiglie (households).

PS: per chi non l'avesse capito la prima colonna a sinistra è riferita al 2000 (quarto trimestre, Q=Quarter), la seconda al 2007 e l'ultima al secondo trimestre 2014 (quasi un anno fa quindi). GDP è il PIL (Gross Domestic Product).. siamo ad un livello di debito complessivo globale pari a circa 3 anni di PIL mondiale (2,86 sarebbe). Trilions è la nozione anglosassone per migliaja di miliardi. Sarebbero cioè circa 200.000.000.000.000,00 dollari

martedì 2 giugno 2015

Il Texas vuole farsi un suo deposito per l'oro texano

 

Kyle Bass è famoso, fra l'altro, per aver detto: "buying gold is just buying a put against the idiocy of the political cycle. It's that simple". Ma molti non ricordano come nel 2011 suggerì alla University of Texas Investment Management Co. di pretendere la consegna fisica dell'oro di sua proprietà piuttosto che fidarsi delle mani "sicure" del COMEX, casa delle scommesse di carta su oro per eccellenza insieme al mercato inglese.

lunedì 1 giugno 2015

Laird: Domanda d'oro da parte della Cindia negli ultimi 7-8 anni

Carino questo grafico di Nick Laird di at Sharelynx.com presentato da Jesse:


Quello che mi fa impressione è notare la riga bianca della produzione mondiale nella parta del bassa del grafico. Negli ultimi sei mesi della chart la domanda cumulativa di oro fisico da parte di Cina e India è stata superiore alla produzione mineraria mondiale per 5 volte, 5 mesi su 6. Notevole.

Come nascono gli Zombie


I Tyler, dopo aver richiamato un loro post su come i QE potrebbero essere, per assurdo che possa sembrare, i padri delle deflazioni che "tormentano" i paesi "sviluppati" (tradotto QUI), riportano un articolo del Wall Street Journal che pare confermare la loro visione: